Questo sito dispone di una versione ottimizzata per dispositivi mobili, clicca qui per utilizzarla.
sabato 20 aprile 2024
Commenti & TG news watch
Deborah Fait
IC/Mappamondo
Gabriel Barouch
Israele/USA
Antonio Donno
Europa/Medio Oriente
Michelle Mazel
Antisemitismo & Medio Oriente
Ben Cohen
Israele, Storia e diritto
David Elber
Ragioni e Sentimenti
Daniele Scalise
Il contadino di Galilea
Andrea Zanardo
Israele/Analisi
Angelo Pezzana
Libri & Recensioni
Giorgia Greco
La calda estate di Mazi Morris 09/04/2024

08/04/2024 - Clicca qui
20.04.2024
Il messaggio di Israele per riprendersi lo scettro
Commento di Fiamma Nirenstein

 
Fiamma Nirenstein

La foto satellitare della base di Isfahan colpita da Israele il 19 aprile. Israele doveva rispondere all'attacco iraniano del 13 aprile. 

L’impegno comune nelle ore precedenti l’attacco, almeno da parte del mondo occidentale, tutto preso nell’esclamazione dell’ansia, della paura, della presa di distanza da qualsiasi “escalation”, è stato quello di chiamare Israele all’inazione. Se non avesse risposto, sarebbe stata la fine della deterrenza, dell’idea che l’IDF valga; i suoi servizi di informazione e di sicurezza si sarebbero confermati fuori gioco come il 7 di ottobre. Uno scherzo distruggere Israele ormai. Invece, ieri il nome del Mossad è tornato a far parte del mito, l’aviazione è arrivata e tornata indietro intatta dal terreno iraniano, gli obiettivi sono stati colpiti.



Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024

ARCHIVIO
<<   Settembre 2022   >>
L M M G V S D
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
Clicca su un giorno in grassetto per visualizzare la relativa newsletter.
Usa le freccette << e >> per cambiare mese.

 

Il Foglio - 19 aprile 2024

CERCHI UN ARTICOLO? SCRIVI QUI LA PAROLA CHIAVE