mercoledi` 17 aprile 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
Hamas ammazza i suoi e dà la colpa a Israele 16/10/2023
Hamas ammazza i suoi e dà la colpa a Israele
Diario di guerra di Deborah Fait

Dmitry Lukovsky | LinkedIn

Come disse giorni fa Paolo Mieli, la solidarietà a Israele durerà non più di cinque minuti dal momento in cui sparerà il primo colpo di cannone. Così è stato. L’orrore dei nazisti di Hamas sta già passando in seconda linea e le televisioni non fanno che mandare in onda immagini della gente che scappa da Gaza nord verso Gaza sud, verso una possibile salvezza. Israele li ha invitati a fuggire e li sta rifornendo d’acqua ma Hamas non li lascia passare e l’Egitto non fa entrare nessuno nel Sinai. Gli arabi, a questo punto non solo Hamas, vogliono la strage perché il mondo condanni Israele. Questo è stato lo scopo dei massacri di sabato 7 ottobre, far reagire lo stato ebraico dinnanzi ai corpi martoriati dei suoi cittadini, dei suoi bambini decapitati e bruciati, degli ostaggi rapiti e nascosti chissà dove. Israele ha sopportato gli attacchi missilistici di Hamas da Gaza per 15 anni, rispondendo colpo su colpo ma questa volta i terroristi hanno passato la soglia dell’umano per piombare nel satanico ben sapendo che ci sarebbe stata una reazione molto dura e definitiva. Credo che tutti abbiano capito, e per tutti intendo le persone che possiedono una coscienza, che a Hamas non importa nulla dei palestinesi o di creare una specie di stato per loro. L’obiettivo di Hamas è soltanto la distruzione di Israele e l’assassinio degli ebrei, come recita il loro statuto. Ma adesso si è aperto anche il fronte nord. Al confine con il Libano si stanno ammassando folle di fanatici pieni di odio che all’urlo di guerra, la loro guerra che significa ammazzare civili innocenti, Allahu Akhbar, si arrampicano sui muri del confine nel tentativo di invadere il paese che odiano. Hezbollah urla le sue maledizioni e spara missili. Un soldato morto e molti feriti. Israele risponde. Ma è accaduto un fatto grave, durante la fuga verso Gaza sud settanta persone sono state ammazzate da un’esplosione. Hamas ha immediatamente dato la colpa a Israele e le agenzie di tutto il mondo hanno battuto la notizia fidandosi delle parole dei terroristi, come sempre accade. Ebbene, nessun missile è caduto su quei poveretti, nei fotogrammi si vede chiaramente una luce partire da un furgone bianco che poi è esploso nel momento in cui passavano i rifugiati. Loro, i maledetti nazisti di Hamas, hanno messo una bomba per far morire decine della loro gente in fuga. Però la notizia è passata incolpando Israele e adesso chi cancellerà dalla mente dell’opinione pubblica e anche di tanti giornalisti, l’idea che Israele è tanto perfido che, dopo aver invitato i palestinesi a scappare, li ammazza! Ditelo che non è vero! Ditelo, urlatelo! Non dobbiamo far passare le loro menzogne, non possiamo permettere che continuino con le loro mostruosità.

Immagine correlata

Deborah Fait


Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT