martedi` 03 agosto 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

L'Onu criminalizza ancora Israele (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
Vaccini israeliani? No, teneteveli! e senza neanche un grazie! 21/06/2021
Vaccini israeliani? No, teneteveli! e senza neanche un grazie!
Commento di Deborah Fait

Non sono pacifista, non sono ipocrita, non sono politicamente corretta, avrei quindi una gran voglia di mandare al diavolo l'ANP e i suoi capi con annessi e connessi. Veniamo ai fatti. Israele, dopo aver vaccinato contro il Covid19 tutti i lavoratori arabi che dai territori cosiddetti palestinesi entravano nel paese per lavoro, ha fatto un accordo trilaterale con Abu Mazen e la società Pfeizer che consisteva nel mandare all'ANP un milione di dosi con le quali in pochi giorni avrebbero potuto vaccinare 800.000 persone. Apriti cielo! Non li vogliamo, si son messi a urlare, teneteveli. Una persona normale a questo punto non può fare a meno di chiedersi il perché dal momento che sono gli stessi usati dai cittadini israeliani per i quali la pandemia è solo uno spiacevole ricordo. La mattina di un paio di giorni fa i vaccini sono arrivati in loco, cioè a Ramallah,  e la sera stessa l'ANP ha annunciato che l'accordo è stato cancellato. Il motivo? Gli Pfeizer sono in scadenza, una parte e a fine giugno e una parte a fine luglio.  Beh, non li vogliamo, dicono i geni palestinesi, e chi se ne frega se la gente starà senza. Da notare che nessun paese arabo, nessun paese islamico si è offerto di mandare vaccini ai fratelloni palestinesi. Solo Israele lo fa, nonostante il terrorismo che la colpisce quotidianamente.

Coronavirus cases falling in Palestine

Anche questo venerdì, sul Monte del Tempio, vi sono state violenze e scontri con la polizia, montagne di pietre sono state portate fuori dalla loro sacra moschea, tanto sacra da essere adibita a magazzino di armi, e scagliate contro chiunque non fosse un arabo musulmano, oltre a questo, da giorni, il sud di Israele brucia. Tuttavia Il governo israeliano è talmente etico da poter scindere le due cose, la violenza e l'umanità e, mentre da una parte combatte con forza il terrorismo, dall'altra offre loro un immeritato aiuto contro il virus che, con tutta la protervia di cui sono dotati, gli arabi palestinesi snobbano.  La cosa ancora più ripugnante è che l'occidente rimprovera Israele di non vaccinare la gente di Gaza. Allora, per prima cosa Gaza confina anche con l'Egitto, grande nazione araba. Quindi? Li vaccini Al Sisi.  Seconda cosa, la Turchia che è la babysitter di Hamas non si sogna di mandargli manco un'aspirina. Terza cosa, Gaza, negli anni, è stata ricoperta dai dollari e dagli euro dell'occidente, possibile che non gli sia rimasto qualche spicciolo per comprare i vaccini per la popolazione? Stessa cosa con Ramallah. Quarto, Israele dovrebbe rifornire di vaccini chi da 20 anni la bombarda con migliaia e migliaia di missili e dichiara di voler distruggere il paese, il nostro paese? Caro il mio occidente, comprese Amnesty International e HRW, e tutto la political  correctness del mondo, Israele non ha scritto -giocondo- in fronte, anche se spesso si dimostra troppo tollerante e generosa con i nemici curandoli nei suoi ospedali, andando a prendere ai confini i bambini malati di cuore per restituirglieli sani ( gli stessi bambini che, dopo,  loro mandano a fare i terroristi contro il paese che li ha guariti). Gli mandiamo i vaccini contro la pandemia e li rifiutano, li curiamo e loro tentano di ammazzarci, ricevono soldi e li usano per le armi e per rimpinguare i loro conti in banca.

Voi paladini dei diritti umani, purchè non siano diritti di Israele, voi strenui difensori della cosiddetta causa di un popolo che, da quando è stato inventato dall'URSS e dal mega terrorista Arafat, si è dedicato solo ad ammazzare la gente, non vi si accende nessuna lampadina nel cervello, sempre se ne avete uno? Dopo un secolo di morti, dopo un secolo di bugie, dopo un secolo di terrorismo, dopo un secolo di imbrogli e di inettitudine, non vi viene in mente che forse vi sono altri popoli, molto più meritevoli, del vostro aiuto? Ahhh già, dimenticavo, kurdi, yazidi, uiguri, tibetani, cristiani dei paesi arabi non hanno Israele come antagonista quindi si possono abbandonare al loro destino. Non interessano a nessuno.  Vuoi mettere i palestinesi? Sono utilissimi perché occuparsi di loro significa poter demonizzare Israele e aumentare fino all'isteria e al parossismo l'odio antisemita. In USA, negli 11 giorni in cui Israele è stato colpito da 4.300 missili,  gli attacchi antisemiti sono aumentati del 115%. Nell'ultimo anno, in Inghilterra e UE sono aumentati del 500%. Bene, no? Manca solo un delinquente più perfido di altri e con un grande potere carismatico, tipo l'Adolf di un tempo, ed è fatta.

Immagine correlata
Deborah Fait
"Gerusalemme, capitale unica e indivisibile dello Stato di Israele"


Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT