sabato 03 dicembre 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Dubai ricorda la Notte dei Cristalli (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Open Rassegna Stampa
17.11.2022 Il Centro anti-disinformazione di Kiev attacca la filosofa Donatella Di Cesare: 'Propaganda russa'
Dalla apologia del filosofo di Hitler a quella del dittatore del Cremlino

Testata:Open
Autore: la redazione di Open
Titolo: «Il Centro anti-disinformazione di Kiev attacca la filosofa Donatella Di Cesare: 'Propaganda russa'»
Riprendiamo da OPEN la breve "Il Centro anti-disinformazione di Kiev attacca la filosofa Donatella Di Cesare: 'Propaganda russa' ".

Donatella Di Cesare da vicepresidente della fondazione tedesca nata per onorare la memoria di Heidegger, filosofo di Hitler, è passata a servire un altro dittatore, Putin. Ha trovato però l'attenzione del Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale dell’Ucraina...

Ecco l'articolo:

Donatella Di Cesare (@DiDonadice) / Twitter
Donatella Di Cesare, dal filosofo di Hitler a Putin

Il Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale dell’Ucraina ha pubblicato un tweet in cui accusa, attraverso il canale Telegram del suo Centro anti-disinformazione, la filosofa Donatella Di Cesare di «diffondere narrazioni identiche a quelle russe sui media occidentali, coprendosi con le immagini di un “europeo purosangue” e di un “intellettuale“». Di Cesare, docente ordinaria di Filosofia teoretica alla Sapienza Università di Roma e grande esperta di Heidegger, è finita spesso al centro di controversie per le sue posizioni sulla guerra in Ucraina, considerate da alcuni vicine all’aggressore russo. Sul canale Telegram il Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale dell’Ucraina approfondisce la questione: «In un’intervista alla pubblicazione olandese NRC, Donatella – si legge – condanna il sostegno militare all’Ucraina e le sanzioni contro la Russia, che, dicono, stanno distruggendo l’economia italiana. Pertanto, in quanto “europea purosangue”, considera una tale politica il suicidio dell’Europa».

Heidegger's notebooks reveal an early blindness to the Nazis' reality
Da Heidegger/Hitler a Putin

Hitler, Stalin y un final para Putin como el de Mussolini

Si legge ancora che «l’autrice diffonde la narrativa secondo cui la Russia è una superpotenza quando afferma che Joe Biden dovrebbe sedersi al tavolo dei negoziati con Vladimir Putin. Donatella smentisce le parole dell’intervistatrice sulla sua posizione filorussa, affermando di non essere una politica, ma un’intellettuale e una donna che subisce gli attacchi della società maschile italiana». E conclude: «Da “filosofa della politica”, Donatella di Cesare vede la soluzione del conflitto nell’instaurazione in Europa della “convivenza tra i popoli, non infiammando il nazionalismo dell’identità”».



Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT