martedi` 06 giugno 2023
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Onu e antisemitismo (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Il Giornale Rassegna Stampa
29.10.2022 Il vero volto della sinistra che fa il tifo per Hamas
Analisi di Fiamma Nirenstein

Testata: Il Giornale
Data: 29 ottobre 2022
Pagina: 8
Autore: Fiamma Nirenstein
Titolo: «Il vero volto della sinistra che fa il tifo per Hamas»
Riprendiamo dal GIORNALE di oggi, 29/10/2022, a pag.8, con il titolo "Il vero volto della sinistra che fa il tifo per Hamas"ál'analisi di Fiamma Nirenstein.

PM Netanyahu Appoints Fiamma Nirenstein as Ambassador to Italy | Prime  Minister's Office
Fiamma Nirenstein

Sembra uno scherzo di cattivo gusto quel volantino a colori tenui stampato ad Assago che annuncia per oggi un'iniziativa dal titolo "Gerusalemme Ŕ nostra" e poi mette in fila per primo, insieme alle foto di svariati attivisti palestinesi alcuni dei quali legati all'associazione terrorista Hamas, Tino Magri, senatore della repubblica. E' stato eletto nelle liste di Bonelli e Fratoianni, e se non bastassero Verdi e Sinistra Italiana, Ŕ prevista anche la presenza di Alessandro Di Battista, insieme a quella di "numerosi ospiti da Gerusalemme". Tutti convinti, con Muhammad Hannoun, amico organico di Hamas, che organizza la conferenza e che ha ottimi legami con l'Italia ospitato come fu alla Camera da Fratoianni e da Laura Boldrini, che Israele sia un odioso stato colonialista, razzista, forse anche di apartheid, determinato ad opprimere i poveri palestinesi abitanti originari di uno Stato che gli Ŕ stato rubato. Ha detto bene Marco Carrai, console onorario di Israele a Firenze, qui non si tratta dell'insindacabilitÓ del giudizio di un membro del parlamento nell'esercizio delle sue funzioni, ma del riconoscimento istituzionale di una conferenza che invita Hamas, un'organizzazione terrorista anche secondo la Corte di Giustizia Europea.

Conferenza internazionale

Almeno i parlamentari con tutto il rispetto per la libertÓ di opinione, non dovrebbero ostinarsi a non studiare la storia: essa gli racconterebbe come Israele sia frutto non di un'invasione militare, ma della decolonizzazione dell'area che era Impero Ottomano, che fu negli anni '20 suddivisa con confini concordati fra vari popoli aborigeni, fra cui gli Ebrei; lÓ, non c'Ŕ mai stato nessuno stato palestinese, nÚ una capitale palestinese a Gerusalemme; dovrebbe anche sapere, Magri, che gli ebrei resistendo alle persecuzioni non se ne sono mai andati da Israele resistendo in varie enclave anche dopo che il nome Palestina fu inventato dai Romani quando distrussero la Gerusalemme ebraica; e che dalla fondazione nel 1948 cento volte, ricevendo sanguinose, continue invasioni belliche e attacchi terroristici, Israele ha cercato un accordo di pace, rifiutato sempre, perchÚ i palestinesi ne vogliono la sparizione. Dunque, Ŕ tempo per un senatore della repubblica di studiare la storia, ma soprattutto di capire una questione chiave per il mondo intero: esistono forze che chiameremo "medievaliste", autocratiche, confessionali, terroriste, un arco molto vasto di stati e organizzazioni che hanno come sponsor principale l'Iran. Esse perseguitano le donne, gli omosessuali, i dissidenti, formano uno schieramento dietro al quale spunta con forza la Russia antioccidentale. E poi, ci sono le forze della modernitÓ, che preservano comunque lo stato di diritto, difendono le minoranze, le donne, i dissidenti, anche quando costrette a guerre di difesa, e oggi sono unite pi¨ che mai dalla necessitÓ di difendere la democrazia. Giovedý all'Onu in assemblea molte nazioni, fra cui, evviva!, l'Italia, hanno difeso Israele dall'antisemitismo del COI, una Commissione d'Inchiesta dell'Onu stessa, che pi¨ che fare inchieste inanella condanne antisemite contro Israele. Quando capirÓ la sinistra che specie dai Patti di Abramo che hanno sancito l'incontro fra Israele e mondo Arabo, una svolta mondiale, abbracciare l'odio contro lo Stato Ebraico sa di Medioevo?

Per inviare al Giornale la propria opinione, telefonare: 02/85661, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


segreteria@ilgiornale.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT