domenica 17 ottobre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Io sono Israele (a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Il Giornale Rassegna Stampa
01.10.2021 Memoria, Milano: Draghi al Memoriale della Shoah
Cronaca di Alberto Giannoni

Testata: Il Giornale
Data: 01 ottobre 2021
Pagina: 1
Autore: Alberto Giannoni
Titolo: «La memoria, Draghi in visita al Binario 21 e gli esuli delusi»
Riprendiamo dal GIORNALE - Milano di oggi, 01/10/2021, a pag. 1, con il titolo 'La memoria, Draghi in visita al Binario 21 e gli esuli delusi', il commento di Alberto Giannoni.

Immagine correlata
Alberto Giannoni

Milano, il Presidente Draghi al Binario 21 della Stazione Centrale -  Memoriale della Shoah - Unimpresa | Associazione Area Metropolitana di  Bologna
Mario Draghi con Liliana Segre al Memoriale di Binario 21

La visita milanese dei due presidenti ha segnato una giornata importante per Milano. In una fitta agenda incrociata di impegni e incontri, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il premier Mario Draghi hanno idealmente dialogato fra loro, con la città e con gli italiani, parlando di memoria e futuro. Certo, si potrà giudicare accondiscendente la linea che Draghi ha tenuto con Greta, e considerare presuntuose le pretese di questi giovani attivisti verdi, e tuttavia non si può negare che quelle siano le convinzioni di tanti giovani, anche milanesi, e che il dialogo con loro sia l'approccio giusto. Ancor più importante il passaggio di Draghi al Memoriale della Shoah, in quel Binario 21 da cui partirono le deportazioni verso i campi di sterminio nazisti. «Ricordare non è un atto passivo - ha detto - è un impegno per il presente. Dobbiamo agire sulle radici profonde del razzismo e dell'antisemitismo e contrastare le loro manifestazioni violente, arginare ogni forma di negazionismo». Ogni forma di negazionismo. Un riferimento che autorizza a leggere con comprensione e simpatia il messaggio che a Draghi è stato inviato da Romano Cramer, segretario del Movimento Istria Fiume Dalmazia. «Abbiamo apprezzato la sua visita al memoriale della Shoah» ha detto Cramer, parlando di una «epocale ed immane tragedia», per poi aggiungere: «Avremmo gradito che avesse anche reso omaggio al monumento, in piazza della Repubblica, dedicato ai martiri delle foibe e agli esuli istriani, fiumani e dalmati». Certo, sbaglia forse Cramer quando pensa che ogni momento di riflessione sulla Shoah debba essere abbinato a un analogo ricordo di infoibati e esuli. Eppure una visita di una figura istituzionale importante anche in piazza della Repubblica sarebbe un gesto importante per tanti, tanti italiani.

Per inviare al Giornale la propria opinione, telefonare: 02/85661, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

segreteria@ilgiornale.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT