venerdi 25 giugno 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

L'Autorità palestinese insegna ai giovani che i terroristi sono 'martiri' (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Il Giornale Rassegna Stampa
06.06.2021 Milano, va in scena la manifestazione in sostegno dei terroristi di Hamas
Lo riporta il Giornale

Testata: Il Giornale
Data: 06 giugno 2021
Pagina: 1
Autore: la redazione del Giornale
Titolo: «'I centri sociali a San Siro manifestano per Hamas'»
Riprendiamo dal GIORNALE - Milano di oggi, 06/06/2021, a pag.1, l'articolo 'I centri sociali a San Siro manifestano per Hamas'.

E' lecito manifestare in sostegno del terrorismo islamico, responsabile di quotidiani crimini? Una domanda da fare a chi ha consentito lo svolgimento della manifestazione di ieri a Milano.

Ecco l'articolo:

Hamas a Milano - Milano Post
Manifestanti per Hamas a Milano

Manifestazione ieri pomeriggio nella zona più popolare del quartiere San Siro. In via Bernardo Zamagna infatti gli esponenti del centro sociale «II Cantiere» di via Micene hanno organizzato, a partire dalle 15, un presidio dedicato al Medio Oriente. Titolo: «San Siro per la Palestina Block Party». Farneticanti le motivazioni dei promotori: «Vogliamo quartieri solidali e meticci - si leggeva ieri nella pagina del Cantiere - San Siro al fianco della resistenza palestinese, contro guerra, deportazioni e razzismo». «Il quartiere San Siro è uno dei luoghi della città di Milano, dove le persone sperimentano l'abbandono e la violenza delle istituzioni» spiegano gli organizzatori sul loro sito. «Sarà stato facile trovare terreno fertile in un quartiere dove, negli anni, gli episodi di intolleranza verso l'Occidente sono stati molti - fa notare il consigliere comunale di Forza Italia Alessandro De Chirico - Prima c'è stato il terrorista che programmò un attentato, fortunatamente andato a vuoto, nella caserma di Santa Barbara. Poi la centrale di reclutamento per l'Isis. Per non parlare della rabbia giovanile ultimamente salita alla ribalta della cronaca». «Ovviamente nessuno è intervenuto per impedire che si svolgesse la festa chiaramente non autorizzata da nessuno - prosegue De Chirico - Lunedì (domani, ndr) in Consiglio comunale discuteremo un ordine del giorno per esprimere solidarietà e vicinanza a Israele e a Tel Aviv, città gemellata di Milano. Sarà l'occasione giusta per l'amministrazione Sala per chiarire la propria posizione rispetto alle vicende mediorientali e per prendere le distanze da certi personaggi che, più di una volta, si sono messi in mostra per gravi episodi antisemiti».

Per inviare al Giornale la propria opinione, telefonare: 02/85661, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


segreteria@ilgiornale.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT