domenica 21 aprile 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






Il Foglio Rassegna Stampa
22.02.2024 L’Iran dà a Putin anche i missili
Editoriale de Il Foglio

Testata: Il Foglio
Data: 22 febbraio 2024
Pagina: 3
Autore: Redazione de Il Foglio
Titolo: «L'Iran dà a Putin anche i missili. Una ragione in più per proteggere Kyiv»

Riprendiamo dal FOGLIO di oggi, 22/02/2024, a pag. 3, l'editoriale dal titolo "L'Iran dà a Putin anche i missili. Una ragione in più per proteggere Kyiv".

File:Ali Khamenei and Vladimir Putin.jpg - Wikipedia
Asse del Male: il presidente russo Vladimir Putin a colloquio con l'ayatollah Khamenei


Dai Putin, ti ho insegnato come devi comportarti. Continua così!

La Repubblica islamica dell’Iran ha già spedito a Vladimir Putin “un gran numero” di missili balistici da usare contro le città ucraine. L’agenzia Reuters ha parlato con sei fonti, di cui tre iraniane, e ieri sera ha pubblicato la notizia in esclusiva. Dall’inizio dell’invasione totale quasi due anni fa Teheran aveva spedito a Mosca migliaia di droni suicidi ma non aveva mai venduto alla Russia dei missili. Per l’esercito di Kyiv la comparsa dei droni iraniani e dei proiettili d’artiglieria nordcoreani (Kim Yong Un ne ha mandati a Putin un milione) sul campo erano già una notizia orrenda, che ha trasformato il campo di battaglia e ha contribuito alla conquista russa della città di Avdiivka, nel Donbas, di sabato. Soprattutto perché negli ultimi mesi l’aiuto degli alleati europei e americani a Kyiv non è stato speculare al sostegno materiale che gli alleati della Russia hanno voluto dare a Putin, nonostante le risorse economiche dei due schieramenti siano imparagonabili. Le spedizioni iraniane sono cominciate a gennaio e ormai l’aviazione dei pasdaran avrebbe consegnato – secondo la Reuters – circa quattrocento missili, compresi quelli a corto raggio della famiglia Fateh-110. Sono missili capaci di viaggiare per una distanza che può arrivare anche a settecento chilometri, significa che posizionando le basi di lancio abbastanza vicino al confine si hanno nel raggio d’azione grandi città ucraine come Dnipro o Zaporizhzhia. Secondo le fonti della Reuters a Teheran, almeno una parte dei missili è arrivata in Russia sulle navi che attraversano il Mar Caspio e sono previste altre consegne simili nelle prossime settimane. All’Unione europea e agli Stati Uniti non mancavano le ragioni per sbloccare in fretta gli aiuti militari all’Ucraina, ma da oggi ce n’è una in più.

Per inviare al Foglio la propria opinione, telefonare: 06/5890901, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


lettere@ilfoglio.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT