martedi` 04 ottobre 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

L'esempio di Golda Meir


Clicca qui






Il Foglio Rassegna Stampa
09.07.2022 La lunga guerra del dittatore russo
Militarizza l’economia

Testata: Il Foglio
Data: 09 luglio 2022
Pagina: 3
Autore: la redazione del Foglio
Titolo: «Le regole dell’autarchia di Putin»

Riprendiamo dal FOGLIO  di oggi, 09/07/2022, a pag. 3, l'editoriale "Le regole dell’autarchia di Putin".

The Russian Economy Is Headed For Collapse | Madras Courier
Il trend dell'economia russa: verso il collasso

Nell’ultimo discorso ai leader del Parlamento Vladimir Putin ha detto che la Russia “non ha ancora iniziato a fare sul serio” in Ucraina, consegnando alle agenzie dichiarazioni sprezzanti e bellicose che lasciano davvero poco spazio ai dubbi sulla traiettoria intrapresa da Mosca, che intanto si prepara a “militarizzare” la sua economia ipersanzionata per metterla al servizio di una lunga guerra che ancora si ostina a definire “operazione militare speciale”. La Duma sta preparando leggi che daranno allo stato il potere di controllare direttamente le imprese private. Una legge consentirà al governo di obbligare le imprese a rispettare i contratti con lo stato, e darà al ministero della Difesa e altri organi il diritto di modificare i termini contrattuali. Le autorità potranno obbligare una fabbrica a riconvertirsi per le esigenze dei militari e controllare la produzione di beni e servizi.

Perché pagare in rubli ? - Milano Post

Il vice primo ministro Yuri Borisov ha detto che le misure sono dirette per lo più ai fornitori attuali della Difesa, e che non è prevista la conversione obbligatoria delle normali imprese civili. Se fosse vero però non ci sarebbe bisogno di introdurre questa misure, che daranno allo stato anche il potere di controllare direttamente la forza lavoro. Un’altra legge infatti permetterà alle autorità di “stabilire i termini legali dei rapporti di lavoro”, incluse le condizioni di assunzione e gli orari, compresi i turni di notte, nei giorni festivi, e le ferie. Borisov ha rassicurato che i dipendenti costretti agli straordinari saranno retribuiti. Sicuramente è come dice lui, ma come e quanto lo deciderà lo stato. Le nuove misure sono essenziali a causa delle sanzioni, afferma la nota esplicativa della Duma, ma sono il segnale che quella “trasformazione strutturale dell’economia” di cui parlano la Banca centrale e il governo rischia di diventare una statalizzazione regressiva verso un’economia della resistenza basata su obiettivi imposti dalla pianificazione centrale. L’ultima volta che la Russia ha abbracciato un modello simile non è andata a finire bene.

Per inviare la propria opinione al Foglio, telefonare 06/589090, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


lettere@ilfoglio.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT