venerdi 01 luglio 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Tutti uniti contro l'accusa di Israele 'Paese di apartheid' 26/06/2022


Clicca qui






Il Foglio Rassegna Stampa
03.06.2022 Putin ha perso a Copenaghen
I danesi vogliono più Europa e più Difesa. Il valore dell’unità occidentale

Testata: Il Foglio
Data: 03 giugno 2022
Pagina: 3
Autore: la redazione del Foglio
Titolo: «Putin ha perso a Copenaghen»
Riprendiamo dal FOGLIO di oggi, 03/06/2022, a pag.3, l'editoriale "Putin ha perso a Copenaghen".

Danimarca, i luoghi da visitare assolutamente | OneMag

Mercoledì primo giugno, con una decisione storica, più di due terzi degli elettori danesi hanno approvato in un referendum la proposta del governo di rinunciare alla clausola dell’opt-out (la deroga) che finora ha tenuto la Danimarca fuori dalla Politica di sicurezza e di difesa dell’Ue. Dopo la bocciatura in un referendum del trattato di Maastricht nel 1992, Copenaghen aveva ottenuto una serie di deroghe tra cui la partecipazione all’Europa della difesa. Ma la guerra di Putin ha spinto paesi tradizionalmente neutrali come Svezia e Finlandia verso la Nato e ha fatto cambiare idea anche alla Danimarca che, oltre ad appartenere all’Alleanza atlantica, ora integrerà le strutture di sicurezza e difesa dell’Ue. Prima del 24 febbraio, il risultato del referendum di mercoledì sarebbe stato impensabile. Nel mondo dopo Putin invece il 66,7 per cento dei danesi ha votato “sì” all’ingresso nella cooperazione sulla difesa dell’Ue contro il 33,3 per cento di “no”. “Questo è un segnale potente sul fatto che la Danimarca è solidale con l’Ucraina e con i nostri alleati nella lotta per la libertà e la democrazia”, ha detto l’ex premier danese ed ex segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen. “I cittadini della Danimarca hanno fatto una scelta storica”, ha detto il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, sottolineando che “il mondo è cambiato da quando la Russia ha invaso l’Ucraina”. La presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha “accolto con favore il forte messaggio di impegno per la nostra sicurezza comune inviato oggi dal popolo danese. L’esperienza della Danimarca in materia di difesa è molto apprezzata. Sono convinta che sia la Danimarca sia l’Ue trarranno vantaggio da questa decisione”, ha detto von der Leyen. Un altro punto a favore del ventre dell’occidente contro Vladimir Putin.

Per inviare al Foglio la propria opinione, telefonare: 06/5890901, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

lettere@ilfoglio.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT