mercoledi` 08 dicembre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

'Jewish Lives Matter': il libro di Fiamma Nirenstein presentato al Congresso dell'Unione di Associazioni Italia Israele (video di Radio Radicale adattato da Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Il Foglio Rassegna Stampa
16.10.2021 Francia: effetto Zemmour
Commento di Mauro Zanon

Testata: Il Foglio
Data: 16 ottobre 2021
Pagina: 1
Autore: Mauro Zanon
Titolo: «Cellula zemmouriana»
Riprendiamo dal FOGLIO di oggi, 16/10/2021, a pag.1-4, con il titolo "Cellula zemmouriana", l'analisi di Mauro Zanon.

Risultati immagini per mauro zanon
Mauro Zanon

Francia, ecco Zemmour, la star tv che pu˛ frenare Le Pen nella corsa  all'Eliseo - la Repubblica
Manifesti elettorali in sostegno di Zemmour

Parigi. Anche Sciences Po, il tempio delle Úlite progressiste francesi, Ŕ stato colpito dalla "zemmourizzazione degli spiriti". Valeurs Actuelles, il settimanale della destra identitaria parigina, ha raccontato l'entrata nel campus di rue Saint-Guillaume della GÚnÚration Z, ossia del fan club di giovani che sostiene la candidatura di Eric Zemmour alle presidenziali 2022. Un ingresso tonitruante, perchÚ avviene lý dove si forma la gauche, e mostra fino a che punto la penetrazione dello Zemmour pensiero inizi a essere capillare. "Abbiamo lanciato GÚnÚration Z per fare in modo che tutte le opinioni abbiano voce in capitolo a Sciences Po, cuore vibrante della parola democratica e della libertÓ d'espressione. Abbiamo ricevuto diversi messaggi volti a metterci pressione affinchÚ rinunciassimo all'iniziativa, ma anche messaggi aggressivi e di odio. Per fortuna, in parallelo, ci hanno inviato anche messaggi incoraggianti e di amicizia", hanno spiegato alla Lettre patriote gli ideatori della lista GÚnÚration Z. L'antenna, o meglio "l'initiative Útudiante", secondo il gergo di Sciences Po, Ŕ stata introdotta non senza difficoltÓ. I giovani di GÚnÚration Z, a inizio ottobre, hanno presentato il progetto all'amministrazione e lo hanno sottoposto al voto degli studenti. Subito, i sindacati studenteschi orientati a sinistra, Unef, Solidaires e Nova, pur rivendicando un "impegno a favore del pluralismo e del dibattito delle idee", hanno pubblicato una serie di comunicati invitando al boicottaggio dell'iniziativa. "Nova rifiuta qualsiasi censura a priori, ma la difesa della libertÓ d'espressione e del pluralismo non pu˛ avallare l'odio razziale o religioso, il sessismo o ancora l'omofobia di alcuni attori del dibattito", si legge nel comunicato del sindacato goscista. I tentativi di boicottaggio, tuttavia, sono stati vani: GÚnÚration Z ha raccolto 200 voti a favore da parte degli studenti (per approvare un'initiative Útudiante" ne bastano 120). "I tre sindacati di sinistra, che conoscevano giÓ i risultati, hanno chiesto l'annullamento totale dell'elezione", ha detto un membro di GÚnÚration Z a Valeurs Actuelles. L'associazione dei giovani zemmouristi ha assicurato di essere giÓ al lavoro per organizzare tavole rotonde e presentazioni di libri nelle aule di Sciences Po (il primo ospite potrebbe essere Geoffroy Lejeune, direttore di Valeurs Actuelles, che ha appena dato alle stampe il libro "Zemmour prÚsident" e ha trasformato la sua rivista in un megafono delle idee radicali del polemista). Zemmour era uno studente di Sciences Po alla fine degli anni Settanta. Lui, il figlio di Montreuil col mito di De Gaulle, nato da un padre autista di ambulanze e una madre casalinga, condivideva i banchi con i giscardiani e la jeunesse dorÚe del socialismo: quanto di pi¨ lontano dalle sue idee. Infatti, da quando si Ŕ diplomato nel 1979, non ha mai smesso di gettare veleno sulla scuola, bollandola come un santuario di benpensanti, guidato da Úlite autolesioniste, sradicate, che insegnano l'odio per la nazione. L'entrata di GÚnÚration Z nell'istituto di rue Saint-Guillaume toglie certezze a chi pensava che almeno Sciences Po potesse rimanere un fortino di idee progressiste, senza nessuna infiltrazione nazionalista-identitaria. Alcuni osservatori fanno notare che anche l'Ena, ormai, non Ŕ pi¨ impermeabile alle idee zemmouriane, e che sempre pi¨ enarchi sono "sedotti dall'estrema destra". Sarah Knafo, responsabile della comunicazione e della strategia di Zemmour, Ŕ fresca di diploma all'Ecole nationale d’administration.

Per inviare al Foglio la propria opinione, telefonare: 06/5890901, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

lettere@ilfoglio.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT