mercoledi` 05 ottobre 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

L'esempio di Golda Meir


Clicca qui






Il Foglio Rassegna Stampa
17.08.2021 Francia: Macron dice no a Durban. E l'Italia?
Editoriale del Foglio

Testata: Il Foglio
Data: 17 agosto 2021
Pagina: 3
Autore: la redazione del Foglio
Titolo: «Macron boicotta i boicottatori di Israele»
Riprendiamo dal FOGLIO di oggi, 17/08/2021, a pag. 3, l'editoriale "Macron boicotta i boicottatori di Israele".

https://www.valeursactuelles.com/assets/uploads/2021/08/macron-durban.jpg
Emmanuel Macron

La Francia di Emmanuel Macron non sarà presente alla Conferenza delle Nazioni Unite contro il razzismo, la discriminazione, la xenofobia e l'intolleranza che si terrà a Durban, in Sudafrica, il prossimo 22 settembre. E il motivo di questa decisione risiede nella ferma volontà di denunciare l'antisemitismo di cui si è macchiata questa riunione nelle precedenti edizioni, "un male sotterraneo", come lo ha definito il capo dello stato francese, che sta tornando a mettere radici in Europa. "Legata all'universalismo dei diritti dell'uomo, la Francia continuerà a lottare contro ogni forma di razzismo e veglierà affinché la conferenza di Durban si svolga nel rispetto dei principi fondatori delle Nazioni Unite", ha precisato l'Eliseo in una nota pubblicata venerdì, puntando il dito contro "le dichiarazioni antisemite pronunciate in passato nel quadro di questa conferenza".

Germany will boycott the Durban IV conference - The Jerusalem Post
Una manifestazione per demonizzare Israele

Boicottare i boicottatori: è questo il messaggio di Macron ai paesi che continuano a demonizzare Israele e a diffondere il virus dell'antisemitismo. Durante la prima conferenza di Durban, nel 2001, gli Stati Uniti e Israele avevano abbandonato la riunione protestando contro i paesi arabi che avevano assimilato il sionismo al razzismo. Durante l'edizione tenutasi a Ginevra nel 2011, diversi rappresentanti dei paesi europei lasciarono la sala durante il discorso anti israeliano e negazionista pronunciato dal presidente iraniano dell'epoca Mahmoud Ahmadinejad. Quest'anno, in occasione del ventesimo anniversario della conferenza dell'Onu, la Francia starà direttamente a casa. A luglio, Francis Kalifat, presidente del Consiglio rappresentativo delle istituzioni ebraiche di Francia (Crif), lanciò un appello solenne alla presidenza de la République, "affinché la Francia non perdesse la sua anima partecipando a questa pagliacciata", ritirandosi sulla scia di Regno Unito, Stati Uniti e Canada. Macron ha accolto l'appello, confermando il suo impegno nella lotta contro l'antisemitismo e il boicottaggio di Israele.

Per inviare al Foglio la propria opinione, telefonare: 06/5890901, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

lettere@ilfoglio.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT