giovedi` 25 aprile 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






La Stampa Rassegna Stampa
27.01.2023 Chef Rubio paga i danni all'assessore
Cronaca di Maurizio Ternavasio

Testata: La Stampa
Data: 27 gennaio 2023
Pagina: 49
Autore: Maurizio Ternavasio
Titolo: «'Ricca, patetico burattino sionista'. Chef Rubio paga i danni all'assessore»

Riprendiamo dalla STAMPA di oggi 27/01/2023, a pag.49, con il titolo " 'Ricca, patetico burattino sionista'. Chef Rubio paga i danni all'assessore", la cronaca di Maurizio Ternavasio.

rubio, impanato e fritto - finisce a colpi di carte bollate la lite social  tra il segretario... - Cronache
Chef Rubio - Fabrizio Ricca


Chef Rubio, al secolo Gabriele Rubini, si definisce «un cuoco non–convenzionale, indipendente, che per scelta non ha un suo ristorante ma è un insaziabile viaggiatore». Inoltre è un convinto attivista per i diritti umani e sostenitore della causa palestinese nonché noto per le sue uscite spesso moltooltre le righe. Ebbene, nel settembre del 2020 su Twitter aveva dato del «patetico burattino sionista e sorcio parassita» all'assessore della Regione Piemonte, il leghista Fabrizio Ricca, che lo aveva immediatamente querelato, chiedendogli i danni. Non è stato l'unico inciampo Chef Rubio, il quale a fine 2022 era stato indicato tra i possibili autori degli insulti e delle minacce online alla senatrice a vita Liliana Segre. Il cuoco ed ex giocatore di rugby aveva parlato di «silenzi assordanti» di Segre a proposito «dell'occupazione» della Palestina «da parte della colonia d'insediamento nazista israeliana. Era stata la stessa senatrice a vita ad annunciare di voler dare un seguito penale alla vicenda: «Per tanto tempo sono stata in silenzio su queste persone che mi insultano, ma adesso lo denuncio. Poi è anche cattivo augurarmi la morte a 92 anni». Ma torniamo a Torino e all'assessore alla Sicurezza e allo Sport della Regione Piemonte, Fabrizio Ricca, a cui Chef Rubio ha offerto un risarcimento di mille euro e inviato una lettera di scuse per chiudere la questione. «Accetto le scuse dello chef e destinerò l'intero risarcimento alla Fondazione Museo della Shoah di Roma – ha rivelato ieri Ricca -. Credo sia il modo migliore per commemorare il Giorno della Memoria. Come rappresentanti delle istituzioni, ma anche come italiani, abbiamo il dovere di mantenere sempre alta la guardia contro l'antisemitismo. Di questo ho fatto una missione personale e politica». Un'altra provocatoria affermazione resa a Torino da Chef Rubio fu quella (febbraio 2020) rivolta ai rider a margine del Festival del giornalismo alimentare a proposito del food delivery: «Se non vi pagano di più, bloccate la città».

Per inviare alla Stampa la propria opinione, telefonare: 011/65681, oppure cliccare sulla e-mail sottostate

lettere@lastampa.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT