mercoledi` 17 aprile 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






Il Messaggero Rassegna Stampa
04.03.2003 Sempre "ingiustificate" le incursioni israeliane
Un articolo che dà più importanza ad Hamas e alla perdita dei suoi "esponenti" piuttosto che alle operazioni israeliane di smantellamento del terrorismo.

Testata: Il Messaggero
Data: 04 marzo 2003
Pagina: 12
Autore: un giornalista
Titolo: «Blitz israeliano a Gaza, arrestato leader di Hamas»
Un giornalista scrive:

Uno dei fondatori del movimento estremista islamico Hamas
uno dei fondatori del terrorismo palestinese
è stato arrestato dai soldati israeliani durante il raid sferrato

raid sferrato: cosa è, una gara automobilistica..estrema?
ieri mattina con l’appoggio di 25 carri armati nel campo profughi di Bureji, nella parte centrale della Striscia di Gaza.
numero di carri armati da tenere a mente prima di proseguire nella lettura:

durante gli scontri scoppiati nell’incursione sono rimasti uccisi otto palestinesi, tra i quali una donna incinta e un ragazzino di 13 anni.

Ora passiamo all'analisi del contenuto: i 25 carri armati hanno un peso significativo, possono suggerire di tutto, anche una guerra il cui obiettivo potrebbe essere quello di far più morti possibile e quant'altro, pur di far apparire al lettore l'eccessiva ferocia israliana nei confronti dei poveri palestinesi. Eppure nel "raid" sono morte solo otto persone. Ma allora a cosa è servito tutto ciò? Lo scopo del blitz di tali dimensioni, consistente nell'arresto di importanti terroristi, è così passato in secondo piano
Un altro palestinese è stato ucciso a Nablus, in Cisgiordania: colpito ad una gamba da un proiettile è morto prima dell’arrivo in ospedale per le conseguenze dell’emorragia. Almeno venti i feriti, alcuni dei quali gravi.

Un morto e venti feriti in conseguenza a che cosa? Da chi?
Due soldati israeliani sono rimasti leggermente feriti dallo scoppio di granate.
Provocato da chi? e perchè?

L’ultima parte dell’articolo delinea l’obiettivo israeliano nella lotta ad Hamas, senza però mai menzionare nè la sua natura terroristica, nè i numerosi attentati provocati dalla stessa.
Il giornalista sembra dare più importanza alla vita di Hamas e alla perdita dei suoi "esponenti" piuttosto che a delle operazioni israeliane di smantellamento della stessa, per lui sempre violente, terribili e soprattutto ingiustificate.

Invitiamo i lettori di informazionecorretta.com ad inviare la propria opinione alla redazione del Messaggero. Cliccando sul link sottostante si aprirà una e-mail già pronta per essere compilata e spedita.

prioritaria@ilmessaggero.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT