martedi` 19 ottobre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Io sono Israele (a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






La Repubblica Rassegna Stampa
17.09.2021 Germania: sventato attentato contro la sinagoga nel giorno di Kippur
Cronaca di Tonia Mastrobuoni

Testata: La Repubblica
Data: 17 settembre 2021
Pagina: 13
Autore: Tonia Mastrobuoni
Titolo: «Germania, volevano colpire la sinagoga»

Riprendiamo dalla REPUBBLICA di oggi, 17/09/2021, a pag. 13, con il titolo "Germania, volevano colpire la sinagoga", la cronaca di Tonia Mastrobuoni.

Risultati immagini per tonia mastrobuoni repubblica

Tonia Mastrobuoni

Germania, volevano far esplodere una sinagoga a Hagen: 4 arresti - Open
L'arresto del terrorista a Hagen

La strage era prevista durante le celebrazioni dello Yom Kippur. Di nuovo un terrorista avrebbe voluto macchiare di sangue la più sacra festa degli ebrei. Non un neonazista, come due anni fa a Halle: stavolta è stato un fondamentalista islamico ad aver tolto il sonno alla Germania nella notte di mercoledì. E la tragedia è stata sventata per un pelo. L’altroieri sera la città renana di Hagen si è tinta per ore delle sirene della polizia: gli agenti hanno perquisito l’appartamento di un sedicenne siriano - arrestato insieme ad altri tre sospetti - che viveva dal padre e si era fatto notare per alcuni messaggi su una chat. Ieri sera la polizia ha fatto sapere di non aver ancora trovato esplosivi e l’analisi dei dispositivi elettronici e dei computer sequestrati durante la perquisizione è ancora in corso. La Procura generale non sa ancora, insomma, se riuscirà a trovare prove sufficienti per tenere dietro le sbarre il ragazzo, sospettato di aver programmato l’attacco alla sinagoga.

Germany: Police respond to threat at synagogue | News | DW | 15.09.2021

L’aspirante stragista è stato interrogato a lungo dalla polizia. Nelle conversazioni intercettate da agenti segreti stranieri, parlava di esplosivi e aveva espresso l’intenzione di piazzare una bomba. Secondo la soffiata dell’intelligence, il giovanissimo fondamentalista pianificava di far saltare per aria il tempio. E i commentatori tedeschi si sono già scatenati ieri contro i servizi segreti che sarebbero stati salvati – e non è la prima volta – da un’indagine partita all’estero e dal fatto che i colleghi dell’intelligence straniera sarebbero riusciti a comunicare l’esatta identità dell’attentatore, il luogo e l’ora dell’attacco. Ai colleghi tedeschi non era mai saltato agli occhi. Il ministro dell’Interno del Nordreno- Westfalia Herbert Reul (Cdu) ha parlato di una «seria minaccia estremista» e del «pericolo di un attentato alla sinagoga di Hagen». Il sedicenne sarebbe arrivato nel 2015 dalla Siria via Beirut, grazie ai ricongiungimenti. Da allora viveva in un appartamento con il padre e due fratelli al centro di Hagen. I vicini, interrogati da alcuni giornali tedeschi, parlano di una famiglia «molto povera » ma che non avrebbe mai dato segni di fanatismo. Il sospetto è che il sedicenne si sia radicalizzato in rete.

Per inviare a Repubblica la propria opinione, telefonare: 06/49821, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


rubrica.lettere@repubblica.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT