giovedi` 09 febbraio 2023
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Gerusalemme e il Monte del Tempio (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






La Repubblica Rassegna Stampa
24.06.2021 Israele, risalgono i contagi. La battaglia contro il Covid non è finita
Commento di Sharon Nizza

Testata: La Repubblica
Data: 24 giugno 2021
Pagina: 9
Autore: Sharon Nizza
Titolo: «Israele, balzo di positivi nel Paese con più vaccinati. E la riapertura del turismo slitta ad agosto»
Riprendiamo dalla REPUBBLICA di oggi, 24/06/2021, l'articolo di Sharon Nizza dal titolo "Israele, balzo di positivi nel Paese con più vaccinati. E la riapertura del turismo slitta ad agosto".

Immagine correlata
Sharon Nizza

Tipje van de sluier: De COVID-19 Knowledge Accelerator (COKA)

Solo una settimana fa gli israeliani si liberavano dell’obbligo delle mascherine nei luoghi chiusi, ma la variante Delta non risparmia nemmeno il Paese con il più alto tasso di vaccinazione al mondo: per il terzo giorno consecutivo si sono registrati più di 100 casi positivi, dopo che per settimane il numero dei nuovi contagi rasentava lo zero. «Agiamo subito per non pagare dopo un prezzo più alto», ha detto il neo-premier Naftali Bennett annunciando nuove direttive: la mascherina torna subito d’obbligo all’aeroporto, ai valichi di frontiera, negli ospedali, negli ambulatori. Se si supererà la media di 100 contagi al giorno, verrà imposta nuovamente in qualsiasi locale chiuso. L’apertura ai turisti (vaccinati) prevista per luglio – i confini sono chiusi da marzo 2020 – è stata posticipata ad agosto, ma potrebbe slittare nuovamente. Dai dati emerge che il 29% dei contagiati nell’ultimo mese erano immunizzati. Priorità numero uno viene data ora alla campagna vaccinale dei giovani tra i 12 e 15 anni: avviata a inizi giugno, ha raggiunto solo il 4% di questa fascia di età. A oggi, il 65% della popolazione (9,3 milioni) è immunizzato con entrambe le dosi del siero Pfizer.

Per inviare a Repubblica la propria opinione, telefonare: 06/49821, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

rubrica.lettere@repubblica.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT