domenica 19 settembre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Ecco che cos'è Hamas (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Corriere Fiorentino Rassegna Stampa
02.02.2021 Salvini, cosa aspetti a fare pulizia?
Cronaca di Luca Lunedì

Testata: Corriere Fiorentino
Data: 02 febbraio 2021
Pagina: 8
Autore: Luca Lunedì
Titolo: «E il leghista chiede di 'monitorare' le coppie omosex»
Riprendiamo dal CORRIERE FIORENTINO di oggi, 02/02/2021, a pag. 8, l'articolo "E il leghista chiede di 'monitorare' le coppie omosex" di Luca Lunedì.
Massimo Ciacchini - Lega - Home | Facebook
Alla fine Massimo Ciacchini, capogruppo della Lega a Collesalvetti, torna sui propri passi, dice di essere stato frainteso e che lui contro i gay proprio non ha niente. Ma ormai quello che ha scatenato è un caso politico nazionale. Nella sua interpellanza sulle unioni civili, presentata e poi riposta nel cassetto, Ciacchini scrive: «Su questi matrimoni è in atto una massiccia mobilitazione mediatica ed è bene che l'amministrazione monitori tutti i fenomeni sociali nelle loro dimensioni reali. Visto che il nostro Comune, purtroppo, è gay-friendly, chiedo al sindaco Antolini i dati numerici di questo fenomeno e il suo sviluppo negli anni, eventuali agevolazioni comunali e il grado di stabilità di queste unioni».

Chi è Monica Cirinnà, la signora delle unioni civili - Panorama
Monica Cirinnà

Parole che somigliavano troppo ad una schedatura, a poche ore dal Giorno della Memoria oltretutto, per passare inosservate. Cosi l'assessora regionale Alessandra Nardini e la senatrice Monica Cirinnà, che su quelle unioni civili ha messo nome e firma, vanno all'attacco: «L'idea della schedatura fa venire i brividi e richiama oscure e drammatiche vicende del passato, che nel passato devono restare. In Italia e in Toscana non c'è spazio per l'omofobia, né perla propaganda discriminatoria. Parliamoci chiaro, il messaggio strisciante che si voleva insinuare con questa iniziativa — dicono Cirinnà e Nardini — è che le eventuali risorse destinate a queste famiglie sarebbero uno spreco. Bene che questa iniziativa si sia fermata sul nascere, ma è un segnale non trascurabile di quanto ci sia ancora da lavorare su questo terreno, persino tra chi siede nelle istituzioni». Parole dure anche da parte del portavoce nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni: «Il degrado della destra non ha limiti. Di fronte alle idee sgangherate della Lega non ci si abitua proprio mai, ma questa volta siamo di fronte a qualcosa di più grave: si esige una vera e propria schedatura nei confronti delle coppie Lgbt, anche con profili sgradevoli sul piano della privacy delle persone. Presenterò un'interrogazione nei prossimi giorni rivolta alla ministra dell'Interno». Il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo rincara la dose: «Questa richiesta di schedare le persone è vergognosa, irricevibile e contraria alla storia della nostra regione, la Toscana è terra di diritti e libertà».

Per inviare al Corriere Fiorentino la propria opinione opinione, cliccare sulla e-mail sottostante

cronaca@corrierefiorentino.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT