giovedi` 05 agosto 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

L'Onu criminalizza ancora Israele (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Moked Rassegna Stampa
24.04.2021 I misteri della memoria
Analisi di David Meghnagi

Testata: Moked
Data: 24 aprile 2021
Pagina: 1
Autore: David Meghnagi
Titolo: «La memoria come processo dinamico»

Riprendiamo da MOKED del 24/04/2021, con il titolo "La memoria come processo dinamico" il commento di David Meghnagi.

Cos'è la memoria? Definizione, teorie e struttura | Sull'orlo della  Psicologia

La memoria è un processo dinamico in cui i dati sono di continuo rimodellati sulla base di ciò che si viene a sapere dopo. Una testimonianza rilasciata nell’immediato, o poco dopo un evento traumatico, riflette l’esperienza del momento. Chi parla anni dopo, lo fa alla luce anche di quello che ha appreso in seguito, ricostruendo un’unità cognitiva che al momento in cui si verificarono i fatti poteva non esserci. La rielaborazione del passato non avviene nel vuoto. È frutto di un’interazione costante con il mondo esterno e quello interno che ha come sfondo il tentativo di dare un senso al passato e di immaginare un futuro possibile. Occorre distinguere tra il ricordo individuale di un evento e la memoria collettiva. Il primo appartiene alla storia personale. È fatto di esperienze personali che possono essere rimosse o dolorosamente ripensate e rielaborate in un processo che non avviene mai nel vuoto. Nella memoria collettiva sono in gioco processi più ampi di carattere sociale, culturale e politico. Come i due aspetti interagiscano fra loro è una grande sfida per la ricerca. La dialettica fra memoria, testimonianza e ricerca è complessa. Si tratta di ambiti diversi che hanno forti intrecci e si alimentano. La testimonianza obbliga lo storico ad approfondire fatti che la cultura e la politica possono avere interesse a rimuovere. Allo stesso tempo, i tempi e i ritmi con cui la testimonianza entra sulla scena pubblica non è indipendente dai processi storici in cui è avvolta la vita dei singoli. A sua volta la ricerca e lo sviluppo delle conoscenze contribuiscono a rimodellare il processo attraverso cui una società ricorda. Il modo in cui una società ricorda il passato, non riguarda solo il passato. Riguarda anche il presente e il futuro. Quando gli eventi del passato più antico e recente appaiono svincolati dal ricordo e dalla memoria che una società ne conserva, essi cessano di essere “significativi” all’interno della storia di una determinata civiltà.

Immagine correlata
David Meghnagi

info@ucei.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT