mercoledi` 17 agosto 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Hillel Neuer smaschera l'antisemitismo dell'Unrwa (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Il Fatto Quotidiano Rassegna Stampa
29.11.2021 Israele: 'I cristiani di Gaza possono andare a Betlemme per il Natale'
Commento di Fabio Scuto

Testata: Il Fatto Quotidiano
Data: 29 novembre 2021
Pagina: 15
Autore: Fabio Scuto
Titolo: «Striscia di Gaza: confine aperto verso Betlemme per i cristiani»
Riprendiamo dal FATTO Quotidiano di oggi, 29/11/2021, a pag.15 con il titolo "Striscia di Gaza: confine aperto verso Betlemme per i cristiani", l'articolo di Fabio Scuto.

Immagine correlata

Fabio Scuto

Coordination of Government Activities in the Territories

Le autorità israeliane hanno annunciato che consentii ranno a 500 membri della piccola comunità cristiana della Striscia di Gaza di entrare in Israele e in Cisgiordania per celebrare il Natale. Israele in passato ha permesso agli abitanti di Gaza di uscire dal territorio sotto assedio per celebrare la Festività, sebbene la pratica sia stata congelata l'anno scorso a causa della pandemia di coronavirus. Negli ultimi mesi lo Stato ebraico ha iniziato ad allentare alcune restrizioni, concedendo a diverse migliaia di abitanti di Gaza permessi di lavoro giornaliero all'interno di Israele come parte di una strategia - suggerita dal'Egitto - per allentare le tensioni e per cercare mediare un cessate il fuoco a lungo termine.

Gaza - Wikipedia
Gaza

Il COGAT, l'organismo di difesa israeliano responsabile degli affari civili palestinesi, ha annunciato che i permessi consentiranno alle persone di visitare parenti e luoghi santi per i cristiani in Israele e in Cisgiordania. Verrà consentito, sempre a un numero limitato di fedeli, l'accesso a Gerusalemme per i cristiani del nord della Cisgiordania. Betlemme, venerata dai cristiani come luogo di nascita di Cristo, si trova a sud della Cisgiordania. La città è fortemente dipendente dal turismo, ma albergatori e ristoratori temono che quest'anno ci saranno pochi visitatori a causa degli effetti persistenti della pandemia. Sono 1.000 i cristiani che vivono a Gaza, una piccola frazione dei 2 milioni di abitanti dell'enclave sul Mediterraneo. La maggior parte sono greco-ortodossi, con i cattolici che costituiscono circa un quarto della piccola comunità. Hamas ha designato i cristiani una minoranza protetta. C'erano stati alcuni attacchi contro i cristiani da parte di fanatici islamici nei primi anni di Hamas al potere, ma da allora il movimento islamico ha lavorato per garantire che tali attacchi non si verificassero. Israele ed Egitto mantengono uno stretto blocco su Gaza da quando Hamas ha preso il controllo del territorio nel 2007 con un sanguinoso colpo di stato, nel tentativo di cercare di fermare il gruppo terroristico dall'importare armi e materiali militari.

Per inviare la propria opinione al Fatto Quotidiano, telefonare: 06/ 328181, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

lettere@ilfattoquotidiano.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT