mercoledi` 08 dicembre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

'Jewish Lives Matter': il libro di Fiamma Nirenstein presentato al Congresso dell'Unione di Associazioni Italia Israele (video di Radio Radicale adattato da Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Il Fatto Quotidiano Rassegna Stampa
18.10.2021 Jewish Lives Matter, il nuovo libro di Fiamma Nirenstein
Recensione di Furio Colombo

Testata: Il Fatto Quotidiano
Data: 18 ottobre 2021
Pagina: 16
Autore: Furio Colombo
Titolo: «Jewish Lives Matter. L'odio infinito per i giudei e la fiamma nazionalista del candidato Michetti»

Riprendiamo dal FATTO quotidiano di oggi, 18/10/2021, a pag.16, con il titolo "Jewish Lives Matter. L'odio infinito per i giudei e la fiamma nazionalista del candidato Michetti", il commento di Furio Colombo.

Immagine correlata
Furio Colombo


Fiamma Nirenstein, Jewish Lives Matter. Diritti umani e antisemitismo, Giuntina 2021, pp. 128, 10,00 euro, eBook 6,99 euro.


Fiamma Nirenstein - Wikipedia
Fiamma Nirenstein

Quest'ultimo libro di Fiamma Nirenstein, breve e carico di dati, fatti, notizie, energia, si intitola Jewish Lives Matter (Editore Giuntina). Prende lo spunto dal movimento nero americano, che si è prontamente formato e opposto agli attacchi del suprematismo bianco quando Trump era, nello stesso tempo, presidente degli USA e ispiratore dei suprematisti.

USARE QUEL TITOLO è stata un'idea efficace dell'autrice per mettere subito in chiaro che nulla è finito, e che la grande campagna antisemita che ha lasciato il mondo pieno di spaventose cicatrici, si è spostata nel sistematico antagonismo contro Israele, sempre visto come prima causa di ogni male in quell'area del mondo. Nirenstein a momenti potrebbe sembrare come la portatrice di una appassionata difesa dello Stato di Ben Gurion, dunque allo stesso tempo nobile e discutibile. Ma giorni fa Il Manifesto ha pubblicato questa riflessione del candidato sindaco di Roma, Michetti, della destra italiana (Fratelli d'Italia): "Se si dedica tanto tempo al ricordo della Shoah, perché non alle Foibe?" (19 febbraio 2020). E si era dato come risposta che non è il confronto fra il dolore, l'orrore, le dimensioni, la durata, la motivazione del delitto Shoah a fare la differenza fra i due eventi, ma la potenza economica degli ebrei e la forza delle loro lobby, capaci di imporre ciò che vogliono al mondo. C'è stata reazione politica, e morale, in Italia, e una goffa, infantile ritrattazione, tipo "l'ho detto ma non volevo dirlo". Ma l'evento, così recente e così efficace nella vita pubblica italiana, dimostra che lo slancio e la passione di Fiamma Nirenstein nell'affrontare ancora e ancora la ragione della esistenza dello Stato di Israele e della sua difesa, non sono solo passione per una convinzione culturale e una visione della storia ai nostri giorni. Qui siamo di fronte all'impegno di ripetere con chiarezza che esiste un post-antisemitismo che, allo stesso tempo, ripete e ricicla i cliché di un passato lontano e di un passato recente; ma è anche attivo nel posizionare pietre di inciampo a rovescio. Lo scopo è intercettare e respingere l'idea di un ebraismo fraterno per tentare (vedi gli eventi in Polonia) di tenere ben visibile (e attiva e malefica) una frontiera di nazionalismi, patriottismi e cristianesimo.

PER MOLTO TEMPO varie sinistre, compresa un segmento italiano, hanno funzionato da consolato palestinese, per la parte combattente e di guerra di quel popolo. Poi la destra ha visto il mercato (passare per difensori degli ebrei) senza mai respingere e sconfessare i regimi ispiratori delle leggi razziste. Il libro di Fiamma Nirenstein, intelligentemente ispirato al nome del movimento anti sovranista, è arrivato come il flash di un bengala nel buio di discussioni confuse. E fa chiarezza.

Per inviare al Fatto quotidiano la propria opinione, telefonare: 06/328181, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


lettere@ilfattoquotidiano.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT