martedi` 16 luglio 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






israele.net Rassegna Stampa
02.11.2023 Hamas: 'Ripeteremo il 7 ottobre finché Israele non sarà annientato'
Le parole di odio di Ghazi Hamad, da Israele.net

Testata: israele.net
Data: 02 novembre 2023
Pagina: 1
Autore: la redazione di Israele.net
Titolo: «Hamas: 'Ripeteremo il 7 ottobre finché Israele non sarà annientato'»
Hamas: 'Ripeteremo il 7 ottobre finché Israele non sarà annientato'
Le parole di odio di Ghazi Hamad, da Israele.net

Alto funzionario di Hamas:

Ghazi Hamad

Ghazi Hamad, vice primo ministro e membro del politburo di Hamas, ha dichiarato in un’intervista alla televisione libanese LBC che Hamas continuerà a ripetere l’operazione del 7 ottobre “più e più volte” finché Israele non sarà “annientato”.

Nell’intervista trasmessa in arabo il 24 ottobre (diffusa da MEMRI con sottotitoli in inglese), Hamad ha sostenuto che Hamas non può essere colpevolizzata per ciò che ha fatto il 7 ottobre perché le vittime sono i palestinesi e “tutto ciò che facciamo è giustificato”.

Hamad ha affermato: “Israele è un paese che non ha posto sulla nostra terra. Dobbiamo rimuovere quel paese. Non ci vergogniamo di dirlo con tutta la forza. Dobbiamo dare a Israele una lezione, e lo faremo ancora e ancora”. Secondo Hamad, l’operazione del 7 ottobre “è solo la prima, ce ne sarà una seconda, una terza, una quarta perché abbiamo la determinazione, la risolutezza e le capacità per combattere”.

Hamad (che risiede a Beirut) ha aggiunto che Hamas è pronta a pagare il prezzo dei suoi attacchi contro Israele: “Siamo chiamati una nazione di martiri e siamo orgogliosi di sacrificare i martiri”, ha detto.

Hamad ha anche ripetuto la sfacciata menzogna secondo cui Hamas “non voleva colpire civili”.

Quando ha dichiarato che “l’occupazione deve finire” e l’intervistatrice gli ha chiesto: “L’occupazione dove? Nella striscia di Gaza?”, Hamad ha risposto: “No, sto parlando di tutte le terre palestinesi”.

E alla domanda dell’intervistatrice: “Ciò significa l’annientamento di Israele?”, Hamad ha risposto: “Sì, certo”.

L’alto esponente di Hamas non si è assunto nessuna responsabilità per la condizione in cui vivono i palestinesi a Gaza: “L’esistenza di Israele – ha detto – è ciò che causa tutto il dolore, il sangue e le lacrime”.

Ghazi Hamad è la stessa persona che la settimana scorsa ha bruscamente interrotto un’intervista alla BBC quando gli è stato chiesto se ritiene giustificabile uccidere intere famiglie nelle loro case mentre dormono.

(Da: YnetNews, Jerusalem Post, jns.org, Ha’aretz, 1.11.23)


http://www.israele.net/scrivi-alla-redazione.htm

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT