martedi` 18 giugno 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






israele.net Rassegna Stampa
18.03.2023 Gli aiuti economici ai palestinesi alimentano il terrorismo, non la pace
Analisi della redazione di Israele.net

Testata: israele.net
Data: 18 marzo 2023
Pagina: 1
Autore: la redazione di Israele.net
Titolo: «Gli aiuti economici ai palestinesi alimentano il terrorismo, non la pace»
Gli aiuti economici ai palestinesi alimentano il terrorismo, non la pace
Analisi della redazione di Israele.net

(da Israele.net)

L’organizzazione non profit israeliana Palestine Media Watch ha riscontrato un’inquietante correlazione tra gli aiuti americani all’Autorità Palestinese e la quantità di attentati terroristici contro israeliani. Palestine Media Watch ha pubblicato questa settimana uno studio che analizza dati tratti dai rapporti periodicamente pubblicati dal Servizio di ricerca del Congresso degli Stati Uniti, dal 2011 (anno in cui la ong ha svelato la politica dell’Autorità Palestinese di premiare economicamente il terrorismo) fino al 2022. Dall’analisi dei dati emerge che, quando gli aiuti all’Autorità Palestinese sono diminuiti come durante l’amministrazione Trump, sono diminuiti anche gli attentati contro israeliani. Viceversa, quando gli aiuti sono stati elevati, come durante le amministrazioni Obama e Biden, è aumentato il numero di israeliani uccisi dal terrorismo palestinese. Tre sono le fonti di aiuto pubblico da parte degli Stati Uniti all’Autorità Palestinese: l’Economic Support Fund, il Bureau of International Narcotics Control and Law Enforcement Affairs con le Overseas Contingency Operations, e gli aiuti degli Stati Uniti all’Unrwa, l’agenzia delle Nazioni Unite per i profughi palestinesi. Tra il 2009 e il 2017 l’amministrazione Obama ha fornito all’Autorità Palestinese aiuti per 6,4 miliardi di dollari. In quel periodo vennero uccise in attacchi terroristici 140 persone, tra israeliani e stranieri residenti in Israele, con una media di 17,5 vittime all’anno.

Palestine Media Watch: A Trumpet for Zionist Propaganda - Palestine  Chronicle

Nei quattro anni successivi, l’amministrazione Trump ridusse gradualmente gli aiuti ai palestinesi fino a 670 milioni di dollari. Nello stesso lasso di tempo le vittime di attentati terroristici palestinesi furono 42, con una media di 10,5 persone all’anno. Da quando l’amministrazione Biden si è insediata, nel gennaio 2021, l’Autorità Palestinese ha ricevuto aiuti per un miliardo di dollari, e in questo periodo sono state uccise dai terroristi palestinesi 46 persone, con una media di 23 all’anno. Nel gennaio e febbraio di quest’anno, mentre gli aiuti statunitensi all’Autorità Palestinese continuavano ininterrotti, sono stati uccise in attacchi terroristici palestinesi 14 persone, tra israeliani e stranieri residenti in Israele. “La correlazione è anche annuale – precisa Maurice Hirsch, capo strategie legali presso Palestine Media Watch – Ogni anno in cui affluiscono ai palestinesi ingenti aiuti economici, il numero degli attentati aumenta, e viceversa. Evidentemente i palestinesi interpretano il sostegno americano, espresso in aiuti finanziari, come un avallo della loro politica di terrorismo e assassinio di innocenti. In teoria, il sostegno economico statunitense mirerebbe a promuovere la pace, ma in pratica i palestinesi vedono questo continuo sostegno come una luce verde al loro terrorismo. Quando gli aiuti americani ai palestinesi affluiscono senza restrizioni, i terroristi palestinesi si sentono più liberi di uccidere israeliani. Solo quando gli Stati Uniti e gli altri paesi dimostreranno fermezza morale fermando gli aiuti a causa degli attentati, i palestinesi capiranno che il terrorismo non paga”, conclude Hirsch.
(Da: jns.org, palwatch.org, 13-15.3.23)

http://www.israele.net/scrivi-alla-redazione.htm

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT