mercoledi` 22 marzo 2023
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Le istruzioni di Hamas per il terrorismo (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






israele.net Rassegna Stampa
28.01.2023 Testi e caricature antisemite alla Fiera del Libro del Cairo
L’evento librario più antico e importante del mondo arabo continua a esibire e vendere il Mein Kampf, i Protocolli dei Savi di Sion e altre opere esplicitamente antisemite

Testata: israele.net
Data: 28 gennaio 2023
Pagina: 1
Autore: la redazione di Israele.net
Titolo: «Ancora testi e caricature antisemite alla Fiera del Libro del Cairo»
Ancora testi e caricature antisemite alla Fiera del Libro del Cairo
L’evento librario più antico e importante del mondo arabo continua a esibire e vendere il Mein Kampf, i Protocolli dei Savi di Sion e altre opere esplicitamente antisemite

(da Israele.net)

WJC ANALYSIS - Carmen Matussek: The Protocols of the Elders of Zion in the  Arab world - World Jewish Congress
Una edizione araba dei "Protocolli dei Savi anziani di Sion"

Israele ha espresso viva preoccupazione, lunedì, per i libri antisemiti messi in mostra e venduti alla fiera statale del libro egiziana. “Siamo preoccupati – ha scritto il Ministero degli esteri israeliano in un comunicato – per la persistenza di tratti antisemiti nella società egiziana, che si manifestano nei libri pubblicati e presentati alla Fiera Internazionale del Libro del Cairo”. Un esempio particolarmente eclatante è un nuovo volume sulla storia del sionismo, la cui copertina presenta caricature tipiche del più classico antisemitismo con ebrei dal naso adunco che si sfregano le mani mentre complottano, in questo caso contro l’Egitto e il mondo arabo. Per essere ancora più esplicita, la grafica della copertina, segnalata per la prima volta dall’emittente pubblica israeliana Kan, riporta anche una menorà (candelabro ebraico), stelle di David e, dietro le figure di ebrei, una mappa del mondo arabo. I presunti piani ebraici per dominare il mondo sono un classico cliché antisemita. Il libro è firmato da Muhamed Medhat Mustafa, un accademico di Alessandria. Nella nota, il Ministero degli esteri israeliano mira a mantenere aperto il dialogo. “Siamo determinati a continuare i nostri sforzi per rafforzare la cooperazione con i nostri partner egiziani – vi si legge – in modo da rafforzare la pace, la stabilità, la sicurezza e, parallelamente, anche la lotta all’antisemitismo”. Quella del Cairo è la fiera del libro più antica e più grande del mondo arabo. Già negli anni scorsi aveva fatto notizia per la presenza di altre opere antisemite, tra cui numerose edizioni dei Protocolli dei Savi di Sion, il Mein Kampf di Adolf Hitler, L’ebreo internazionale di Henry Ford e altre opere meno note ma altrettanto deleterie su Talmud, Shoà, la famiglia Rothschild. Nonostante la presa di contatto con funzionari egiziani da parte della Anti-Defamation League e una lettera del 2020 del suo presidente Jonathan Greenblatt al presidente egiziano Abdel Fattah el-Sissi, gli stessi titoli antisemiti continuano ad apparire all’evento annuale, organizzato dal governo del Cairo. Per contro, la fiera è stata anche accusata di censurare opinioni critiche nei confronti del governo egiziano e contro gli islamisti. Israele ed Egitto hanno firmato un accordo di pace nel 1979 ma le relazioni restano per lo più fredde, nonostante gli stretti legami sulla sicurezza mantenuti negli anni dai governi delle due parti. I due paesi condividono interessi di sicurezza nella striscia di Gaza così come nel Sinai e nel Mediterraneo orientale, ma la maggior parte degli egiziani rifiuta i rapporti con Israele. L’Egitto fa regolarmente da mediatore tra Israele e il gruppo terroristico palestinese Hamas, che controlla la striscia di Gaza e condivide un confine con l’Egitto. (Da: Times of Israel, 23.1.23)

http://www.israele.net/scrivi-alla-redazione.htm

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT