domenica 17 ottobre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Io sono Israele (a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






israele.net Rassegna Stampa
04.10.2021 Abu Mazen sbugiardato dall’indottrinamento impartito dall’Olp nei campi estivi per ragazzini palestinesi
Commento da Israele.net

Testata: israele.net
Data: 04 ottobre 2021
Pagina: 1
Autore: la redazione di Israele.net
Titolo: «Abu Mazen sbugiardato dall’indottrinamento impartito dall’Olp nei campi estivi per ragazzini palestinesi»
Abu Mazen sbugiardato dall’indottrinamento impartito dall’Olp nei campi estivi per ragazzini palestinesi
Commento da Israele.net

Israele-Palestina, Abu Mazen:
Abu Mazen

Nel suo intervento venerdì scorso all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il presidente dell’Autorità Palestinese Abu Mazen ha minacciato di ritirare il riconoscimento di Israele “entro i confini del 1967” se Israele non si ritirerà entro un anno da Cisgiordania e Gerusalemme est. Ma del riconoscimento del diritto di Israele ad esistere (entro qualunque confine) non c’è traccia nella propaganda, nella pubblicistica e nell’istruzione palestinese. Al contrario, come sottolineano in un recente articolo Nan Jacques Zilberdik e Itamar Marcus di Palestinian Media Watch, l’Autorità Palestinese insegna incessantemente ai palestinesi, e in particolare a scolari e studenti, che tutto Israele è “Palestina” da “liberare” e che Israele non ha alcun diritto di esistere entro alcun confine. Una delle modalità con cui l’Autorità Palestinese imprime questo messaggio, che smentisce totalmente l’affermazione di Abu Mazen all’Onu, sono le attività organizzate nei campi estivi gestiti dal Consiglio Supremo dell’Olp per la Gioventù e lo Sport. Anche quest’anno a bambini e ragazzini palestinesi è stato insegnato che non esiste Israele ma solo una “Palestina occupata”, facendo loro disegnare mappe in cui tutta la terra, Israele compreso, è coperta dai colori della bandiera palestinese come un unico stato. La pratica è martellante, e non conosce eccezioni. Di seguito, una serie esempi (tratti dalla pagina Facebook del Consiglio Supremo dell’Olp per la Gioventù e lo Sport) di mappe della “Palestina” mostrate o fatte realizzare a bambini e ragazzi in diversi campi estivi dell’Autorità Palestinese gestiti dall’Olp. Del “riconoscimento” di Israele di cui ha parlato Abu Mazen all’Onu non è evidentemente informata la tv ufficiale dell’Autorità Palestinese. Ecco ad esempio un brano della poesia recitata lo scorso 20 agosto durante la trasmissione Buon mattino Gerusalemme:


Abu Mazen sbugiardato dall'indottrinamento impartito dall'Olp nei campi  estivi per ragazzini palestinesi - Israele.net - Israele.net
Conduttrice della tv ufficiale dell’Autorità Palestinese:
 “Haifa è mia, Giaffa è mia [città israeliane], Al-Aqsa è mia, Gerusalemme è mia e la mia terra è mia, dal mio fiume [Giordano] al mio mare [Mediterraneo]”.
(Da: Tv ufficiale dell’Autorità Palestinese, 20.8.21)

http://www.israele.net/scrivi-alla-redazione.htm

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT