giovedi` 23 maggio 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Un piccolo ripasso di storia di Gaza con Naftali Bennett 22/05/2024

Un piccolo ripasso di storia di Gaza con Naftali Bennett
Video con sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello

Ecco il video:
http://www.informazionecorretta.com/video/naftalibennet.mp4


Naftalì Bennett



Clicca qui






Italia Oggi Rassegna Stampa
21.10.2022 Periscopio 21/10/2022
A cura di Diego Gabutti

Testata: Italia Oggi
Data: 21 ottobre 2022
Pagina: 10
Autore: Diego Gabutti
Titolo: «Periscopio 21/10/2022»
Riprendiamo da ITALIA OGGI di oggi, 21/10/2022, "Periscopio" a cura di Diego Gabutti.

Ukraine's Defense International Legion Risks Causing Foreign Fighters Wave  | ISPI

La cosa è andata così: nel 2014 a Minsk, in Bielorussia, si firma un accordo tra l’Ucraina e le due neocostituite repubbliche del Donbass per un accordo di pace. L’Ucraina butta al diavolo questo trattato e comincia ad attaccare le frontiere delle due repubbliche. Le due repubbliche subiscono vittime tra i militari: 5-6-7mila morti. Arriva Zelensky, triplica gli attacchi alle due repubbliche. I morti [aumentano]. Silvio Berlusconi 1.

Gli ucraini [sono] Un popolo di eroi. Antonio Tajani, che vede allontanarsi la Farnesina.

Disperate, le due repubbliche mandano una delegazione a Mosca e finalmente riescono a parlare con Putin. Dicono: «Vladimir, non sappiamo che fare, difendici tu». Lui è contrario a qualsiasi iniziativa, resiste, subisce una forte pressione da tutta la Russia. E allora si decide a inventare un’operazione speciale [per liberare l’Ucraina]. Silvio Berlusconi 2.

Putin ha firmato un decreto che introduce la legge marziale nei territori delle Repubbliche popolari di Lugansk e Donetsk e delle regioni di Zaporizhzhia e Kherson annesse da Mosca. In questi territori, «prima che entrassero in Russia», ha detto Putin, «c’era già un regime di legge marziale». [Sono abituati]. larepubblica.it

Berlusconi gli rimandi indietro la vodka! Andrzej Halicki, capo della delegazione polacca nel Ppe.

Non poteva regalare dell’Amarone? Questo ho pensato quando ho sentito l’audio rubato al Cavaliere. Lasciate in pace il mio Lambrusco, ho pensato, rispettatelo, non buttatelo nel lavandino della politica o peggio ancora della guerra. Camillo Longone, il Foglio.

Entrato in Ucraina [Vladimir] si è trovato di fronte a una situazione imprevista di resistenza da parte degli ucraini, che hanno cominciato dal terzo giorno a ricevere soldi e armi dall’Occidente. Silvio Berlusconi 3.

Il governo russo non può tollerare il fatto che sta perdendo la guerra contro l’Ucraina e ha scelto di scatenarsi con violenza contro la vita dei civili. Purtroppo ci sono molte nuove vittime. Gli attacchi hanno portato morte e paura in tutta l’Ucraina. Michael Carpenter, ambasciatore Usa all’Osce.

Non vedo come Putin e Zelensky possano mettersi a un tavolo di mediazione. Non c’è nessun modo possibile. Zelensky, secondo me... lasciamo perdere, non posso dirlo… Silvio Berlusconi 4.

«Glorificare un criminale di guerra è un atto criminale», si sfoga su twitter l’eurodeputato del Ppe Riho Terras, ex ministro della Difesa estone. Angela Mauro, HuffPost.

In Europa e negli Stati Uniti purtroppo non ci sono veri leader. Posso farvi sorridere? L’unico vero leader sono io... Silvio Berlusconi 5.

C’era un cartoon degli anni Ottanta, Mister Magoo, nel quale un vecchietto ipovedente, guidando la sua utilitaria, produceva catastrofi senza averne la minima cognizione. Michele Serra, la Repubblica.

Silvio Berlusconi ha parlato in modo critico di Zelensky ai suoi parlamentari e ribadito la sua versione di quanto sta accadendo in Ucraina. Agenzia Tass, Mosca.

«Horrible», orribile. Così un’autorevole fonte diplomatica americana, molto vicina al presidente Biden, stigmatizza gli audio di Berlusconi sull’Ucraina. Paolo Mastrolilli, CorSera.

Il futuro dell’Italia guidata dalla destra è appeso a un miliardario dal sorriso congelato su un volto di cera. New York Times.

Sinceramente, data la gravità del momento, pensavo di dedicare il mio tempo a cose più importanti che a rettificare interpretazioni distorte e francamente ridicole del mio pensiero. Silvio Berlusconi 6 (Marco Galluzzo, CorSera).

A Silvio [in questo momento] interessa solo una cosa, credetemi: lui vuole sfregiare Giorgia Meloni, l’abusiva. Fabrizio Cicchitto.

Lasciamo stare Marilyn Monroe, perché suicidarsi non è il modo giusto di uscire di scena: ricordiamoci invece che Greta Garbo, la «Divina» per antonomasia, si ritirò dalle scene a 36 anni e morì a 85. Gianni Pardo, Italia Oggi.

Ogni putiniano, dal Papa ai guerrapiattisti televisivi, comincia il suo discorso dicendo che «intendiamoci, la Russia è l’aggressore», dopo di che invita a darla vinta a Putin per amore della pace, perché Mosca deve salvare la faccia o per evitare l’olocausto nucleare, a scelta. Così Bielorussa e Cina popolare. Così persino Alessandro Orsini, Massimo Cacciari, Franco Cardini e Lorenzo Fontana. Ci voleva il Caimano per informare l’assemblea degli eletti di Forza Italia che l’aggressore non è la Russia ma l’Ucraina. E gli eletti? Be’, gli sventurati applaudirono. Pierpaolo Albricci, Italia Oggi.

Gli audio rubati a Berlusconi. Ultimo agguato al governo. Titolo di Libero.

Parole rubate. Più degli audio contano i fatti. Titolo del Giornale.

Può nascere un governo sotto il ricatto di Putin? Berlusconi, destinato a diventare socio del governo, è libero rispetto ai rapporti con Putin o pesano gli antichi rapporti, che lo rendono oggi una pedina per fare dell’Italia l’anello debole dell’Occidente? Se Giorgia Meloni accetta il «ricatto» lo accetta per sé e per il paese. Alessandro De Angelis, HuffPost.

L’Italia è a pieno titolo, e a testa alta, parte dell’Europa e dell’Alleanza atlantica. Chi non fosse d’accordo con questo caposaldo non potrà far parte del governo, a costo di non fare il governo. Giorgia Meloni.

Temo che un simile governo – per chi lo volesse mettere nel conto derubricando magari a folclore quello che sta accadendo nel centrodestra – non sarebbe permesso da Mattarella, cui spetta di nominarlo. Francesco Damato, graffidamato.com.

Guido Crosetto su Twitter manda segnali di fumo a Matteo Renzi: «Qualcuno ha chiesto scusa ai suoi genitori [per le accuse infamanti da cui sono stati assolti]? Qualche giornale ha fatto mea culpa?» Mano tesa a Renzi: vedi mai che un domani i suoi parlamentari non servano a formare una maggioranza senza Forza Italia. Dagospia.

Ai tempi in cui Silvio Berlusconi faceva l’imprenditore la sera andavamo insieme a vedere i film a luci rosse. Roberto Gervaso.

Immagine correlata
 
Diego Gabutti

italiaoggi@class.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT