mercoledi` 05 ottobre 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

L'esempio di Golda Meir


Clicca qui






Italia Oggi Rassegna Stampa
17.03.2022 Sull'Ucraina le bugie colossali di Canfora
Commento di Domenico Cacopardo

Testata: Italia Oggi
Data: 17 marzo 2022
Pagina: 2
Autore: Domenico Cacopardo
Titolo: «Sull'Ucraina le bugie colossali di Canfora»
Riprendiamo da ITALIA OGGI di oggi 17/03/2022, a pag.2 con il titolo "Sull'Ucraina le bugie colossali di Canfora" il commento di Domenico Cacopardo.

Zelensky salito al potere con un colpo di Stato, guerra è tra Russia e  Nato”, intervista a Luciano Canfora - Il Riformista
Luciano Canfora

Ai miei tempi, quand'ero giovane, gli anziani dicevano che a 18 anni si era rivoluzionari, a 50 benpensanti e a 70 conservatori. E, in definitiva, la proposizione è abbastanza calzante, vista l'evoluzione esemplare di alcuni maîtres à penser, passati da Potere Operaio alle stanze del potere. Il prof. Luciano Canfora invece alla sua bella età (inferiore alla mia) è tornato al comunismo puro e duro, quello che aveva il becco di ferro di sostenere che nell'Unione sovietica vigeva la libertà e che il capitalismo (con il corollario del liberalismo e del liberismo) era la sciagura del mondo. In questi giorni è in grande spolvero, il prof. Canfora. Abbandonati i suoi eccellenti studi storici si è lanciato nel sostegno di Putin e nella cinica inumana sottovalutazione degli eroismi del popolo ucraino. Una sua intervista a Il riformista (nella veste di imprevedibile mosca cocchiera del bolscevismo massacratore di menscevichi e cioè di sostenitore delle ragioni, inesistenti, della Russia di Putin nel mattatoio ucraino) è titolata: «Zelenskj salito al potere con un colpo di Stato, guerra è tra Russia e Nato». Difficile mettere insieme in così poche parole un così elevato numero di bugie: Canfora non ha infatti detto che Zelenskj è stato eletto con un colpo di Stato, ma che in Ucraina c'è stato nel 2014 un colpo di Stato che ha rimosso il presidente in carica allora Victor Janukovyc. Ha dimenticato di dire (di certo in buona fede) che Janukovyc, dopo una serie di moti di protesta popolare e dopo la strage di oltre 100 manifestanti in Piazza Maiden a Kiev il 21 febbraio 2014, è fuggito in Russia, dove probabilmente risiede ancora. In Ucraina vige oggi (almeno nella parte non occupata dai russi) un regime democratico e il suo presidente Volodimir Zelenskj è stato liberamente e regolarmente eletto il 20 maggio 2019, dopo il ballottaggio con l'uscente Petro Oleksijovyc Porosenko terminato con un 73,22 a 24,45. Quanto alla guerra in corso, è sfuggita al prof. Canfora la circostanza che la Russia ha attaccato l'Ucraina e che il contenzioso in essere non era l'occupazione ucraina di territorio russo, ma l'occupazione russa di territorio ucraino come la Crimea e parte del Donbass.

Per inviare a Italia Oggi la propria opinione, telefonare: 02/582191, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

italiaoggi@class.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT