lunedi` 05 dicembre 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Dubai ricorda la Notte dei Cristalli (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Corriere della Sera Rassegna Stampa
21.11.2022 Nikki Haley, chi si rivede!
Commento di Viviana Mazza

Testata: Corriere della Sera
Data: 21 novembre 2022
Pagina: 15
Autore: Viviana Mazza
Titolo: «DeSantis rockstar alla conferenza dei conservatori, Haley sogna il posto da vice?»
Riprendiamo dal CORRIERE della SERA di oggi, 21/11/2022, a pag.15, con il titolo 'DeSantis rockstar alla conferenza dei conservatori, Haley sogna il posto da vice?' la cronaca di Viviana Mazza.

Risultati immagini per viviana mazza
Viviana Mazza

Nikki Haley | Biography & Facts | Britannica
Nikki Haley

«In tempi come questi non ci sono alternative alla vittoria... Ho appena iniziato a combattere», ha detto Ron DeSantis, accolto come una rockstar a Las Vegas. Anche se il governatore della Florida non ha ancora annunciato la candidatura alla Casa Bianca per il 2024 (è improbabile che lo faccia prima di maggio per via degli impegni nello Stato che lo ha appena trionfalmente rieletto), era lui l’ospite più atteso alla conferenza della Republican Jewish Coalition. Qui, nel fine settimana, sono venuti a cercare fondi e appoggio una decina di repubblicani che intendono scendere in campo. La vera domanda è quanti saranno i rivali di Trump, che per ora è l’unico candidato ufficiale alla presidenza ed è apparso solo in video (con toni più soft del solito perché ha bisogno di soldi) ricevendo comunque molti applausi. Sei anni fa fu proprio tra le gondole di questo hotel e casinò, The Venetian (che apparteneva al suo più grosso finanziatore morto nel 2021, Sheldon Adelson) che Trump e una decina di rivali dibatterono sul palco: le primarie affollate gli permisero di vincere con il 35% dei voti. Ora la vedova di Adelson non si schiera (appoggerà chi vince le primarie) e neppure i vertici della Republican Jewish Coalition, ma pensano che i candidati saranno pochi: tolti i «repubblicani progressisti o legati all’esta-blishment» con scarse chance, solo uno o due «outsider populisti» sfideranno Trump. È ciò che si augura chi tifa per DeSantis per non disperdere i voti. Anche tre ex dell’amministrazione Trump sembrano pronti a farsi avanti: il vicepresidente Mike Pence, il segretario di Stato Mike Pompeo e l’ambasciatrice all’Onu Nikki Haley, che molti vedono già come vice di DeSantis (perfetta nemesi di Kamala Harris, che come lei ha origini indiane). Trump invece è come Voldemort: lo criticano senza nominarlo, dicendosi stanchi di celebrità che twittano senza una visione che ispiri gli elettori indipendenti. E Pompeo pensa agli attacchi che l’innominabile sferrerà sui social: «Chissà che nomignoli avremo».

Per inviare al Corriere della Sera la propria opinione, telefonare: 02/62821, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

lettere@corriere.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT