mercoledi` 29 giugno 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Studioso islamico Usa: parole di odio contro Israele (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Corriere della Sera Rassegna Stampa
05.01.2022 Usa, cancel culture: bloccata riedizione di Norman Mailer
Commento di Matteo Persivale

Testata: Corriere della Sera
Data: 05 gennaio 2022
Pagina: 40
Autore: Matteo Persivale
Titolo: «'Titolo offensivo'. Bloccata riedizione di Norman Mailer»
Riprendiamo dal CORRIERE della SERA di oggi, 05/01/2022, a pag. 40, con il titolo " 'Titolo offensivo'. Bloccata riedizione di Norman Mailer", la cronaca di Matteo Persivale.

Norman Mailer – Film, biografia e liste su MUBI
Norman Mailer

Nel 1957, dimostrando come spesso gli capitava di essere all'avanguardia, Norman Mailer analizzò la figura allora emergente dell'hipster in un saggio comparso prima sulla rivista «Dissent» e poi pubblicato da City Lights The White Negro resta un punto di riferimento, peraltro discusso nel mondo della cultura americana fin dal primo giorno. James Baldwin gli rispose su «Esquire», poco convinto dalla tesi di Mailer secondo il quale (in estrema sintesi) la cultura bianca del boom americano del dopoguerra doveva abbracciare gli aspetti più creativi e vitali di quella degli afroamericani. The White Negro. insieme con la famosa analisi dell'emergente kennedysmo Superman Comes to the Supermarket del 1960, faceva ovviamente parte della nuova raccolta di saggi maileriani che Random House aveva in uscita per il 2023, centenario della nascita dello scrittore scomparso nel 2007. Michael Wolff su «The Ankler» ha però rivelato (notizia confermata dal figlio di Mailer, Michael) che la casa editrice newyorchese ha deciso di cancellare la pubblicazione della raccolta: la motivazione, piuttosto allarmante, è che il saggio avrebbe offeso uno «junior staffer» di Random House. Sottoporre i testi alla lettura di un sensitivity reader è in effetti prassi degli editori americani: trattasi di una figura parallela a quella dell'editor, lettori esperti d'antirazzismo che segnalano temi o passaggi che potrebbero offendere il pubblico. Mailer non ha bisogno di edizioni del centenario per vedere confermata la sua grandezza — è già tra gli immortali della Library of America, la Pléiade a stelle e strisce. Certo però fa sorridere che una figura «junior» abbia davvero il potere di cancellare il libro di uno degli scrittori americani più importanti del dopoguerra (in Italia La nave di Teseo sta ripubblicando Mailer, Il nudo e il morto e Il canto del boia nella bellissima traduzione di Ettore Capriolo). Più realistico supporre che Penguin Random House (3,8 miliardi di euro di fatturato nel 2020), che sta affrontando un procedimento legale del ministero della Giustizia americano, contrario per motivi di antitrust alla già pianificata fusione con Simon e Schuster, voglia evitare l'eventuale esplosione di polemiche per il libro di Mailer.

Per inviare la propria opinione al Corriere della Sera, telefonare 02/62821, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

lettere@corriere.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT