giovedi` 09 dicembre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

'Jewish Lives Matter': il libro di Fiamma Nirenstein presentato al Congresso dell'Unione di Associazioni Italia Israele (video di Radio Radicale adattato da Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Corriere della Sera Rassegna Stampa
24.11.2021 Ancora minacce contro J.K. Rowling
Cronaca di Paola De Carolis

Testata: Corriere della Sera
Data: 24 novembre 2021
Pagina: 19
Autore: Paola De Carolis
Titolo: «Nuove minacce contro J. K. Rowling: 'Ci tappezzo casa'»
Riprendiamo dal CORRIERE della SERA di oggi, 24/11/2021, a pag.19, con il titolo "Nuove minacce contro J. K. Rowling: 'Ci tappezzo casa' " la cronaca di Paola De Carolis.

J. K. Rowling: “Gli attivisti trans mi hanno minacciata di morte, ma non  cambio idea” - Il Primato Nazionale
J.K. Rowling

L'indirizzo di casa su Twitter. Ha sopportato il biasimo di colleghi, editori, attori e anche dei divi da lei creati, ma c'è un limite a ciò che si accetta in silenzio, anche quando ti chiami J.K. Rowling. Di fronte alla decisione di tre giornalisti attivisti-trans di pubblicare sui social la fotografia della villa dove abita con il marito e i figli, l'autrice di Harry Potter ha rivendicato la libertà di parola e opinione e puntato il dito contro chi nel nome della correttezza politica e dell'inclusione vuole togliere la voce a chi si esprime a favore dei diritti delle donne biologiche. «Non so cosa credevano di ottenere», -ha precisato Rowling citando i nomi dei responsabili, «ma ormai ho ricevuto così tante minacce di morte che potrei tappezzarci la casa». Non le fa più tanta impressione, insomma, essere presa di mira, anche perché si sente protetta dall'affetto di tanti lettori e seguaci, che sui social hanno subito denunciato la foto, e dalla polizia scozzese, ma che dire di tutte le donne che invece sono più isolate? «Nell'arco degli ultimi anni ho guardato con sconcerto il caso di Allison Bailey, Raquel Sanchez, Marion Miller», tutte «cancellate» un po' come lei, sino a tempi recentissimi e a Kathleen Stock, la professoressa di filosofia dell'università del Sussex costretta a dare le dimissioni perché, come Rowling, sostiene che sia sbagliato che il concetto di «genere» sostituisca completamente quello di «sesso biologico». «Nessuna di queste donne — ha precisato Rowling — è protetta nel modo in cui lo sono to. Assieme die loro famiglie sono state messe in uno stato di paura e angoscia». «Forse il modo migliore di dimostrare che il vostro movimento non è una minaccia per le donne è di smettere di seguirci e di molestarci», ha scritto Rowling. Sui social diverse donne e associazioni trans si sono schierate dalla sua parte, dichiarandosi contrarie a intimidazioni di ogni tipo, ma nel Regno Unito difendere i diritti delle donne biologiche separatamente da quelli delle donne trans rimane un campo minato, sebbene anche il portavoce del primo ministro Boris Johnson si sia espresso a favore di Rowling. «Nessun individuo dovrebbe essere preso di mira in questo modo. Crediamo che tutti abbiamo il diritto di essere trattati con dignità e rispetto e di condividere le proprie vedute». Se da una parte il suo intervento sui diritti di donne trans e biologiche, che risale al giugno 2020, è stato candidato a un premio di filosofia dedicato a Bertrand Russell, dall'altra Rowling è stata pubblicamente criticata dalla casa editrice Bloomsbury, che ha dato i natali anche a Harry Potter, e non è stata inclusa nei festeggiamenti dei 20 anni dall'uscita del primo film della fortunatissima serie cinematografica.

Per inviare al Corriere della Sera la propria opinione, telefonare: 02/ 62821, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


lettere@corriere.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT