giovedi` 02 dicembre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Il popolo palestinese non esiste (a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Corriere della Sera Rassegna Stampa
04.11.2021 Gaza: manca il permesso del padre, giovane ragazza non può andarsene
Commento di Davide Frattini

Testata: Corriere della Sera
Data: 04 novembre 2021
Pagina: 23
Autore: Davide Frattini
Titolo: «Il padre lo vieta, la lotta di Afaf che non può lasciare Gaza»
Riprendiamo dal CORRIERE della SERA di oggi, 04/11/2021, a pag.23, con il titolo "Il padre lo vieta, la lotta di Afaf che non può lasciare Gaza" il commento di Davide Frattini.

Risultati immagini per davide frattini
Davide Frattini

L'Egitto riapre valico di Rafah per tre giorni - Daily Muslim
Rafah

Quando è arrivata davanti al cancelli di Rafah, dall'altra parte altro deserto e l'Egitto, i doganieri di Hamas le hanno spiegato che le valigie non bastavano e neppure il lasciapassare o quella lettera a provare che Afaf è stata accettata dall'università in Turchia per studiare Media e Comunicazione. Quel che mancava era il permesso del padre: di andarsene da sola dalla Striscia di Gaza, di scegliere una vita diversa. Poco prima della partenza alla fine di settembre si è rivolto ai giudici religiosi, la petizione è stata sufficiente a ottenere il divieto per la figlia di lasciare la famiglia, un potere di veto sul destino delle ragazze che la Corte islamica ha garantito lo scorso febbraio ai parenti maschi: senza una vera giustificazione possono dichiarare che quell'allontanamento causa loro «un danno».

La decisione aveva spinto le donne a protestare contro la definizione dell'uomo come «guardiano». Della moglie, figlia, sorella. Afaf AI Najjar ha 19 anni, studia Letteratura inglese, è appassionata di William Shakespeare, legge e rilegge il Macbeth. Nel suo caso il tiranno almeno non è spalleggiato da una Lady, «sono la figlia di mia madre» è il motto di Afaf su Facebook. Ha deciso di portare il padre in tribunale e a Human Rights Watch ha raccontato che non si è presentato alla prima udienza, che non vivono insieme, non le parla da mesi. II giudice ha cercato di convincerla a continuare gli studi a Gaza, ieri il dibattimento è stato rinviato un'altra volta e la ragazza è costretta per ora a rimanere. «Continuerò fino a quando riceverò il permesso, non voglio che un'altra subisca lo stesso trattamento», dice lei. «Questa norma viola i diritti delle donne palestinesi — commentano dall'ong — ed è contraria alle leggi dell'Anp». Che però governa solo sulla Cisgiordania, da quando Hamas nel 2007 ha preso con un golpe il controllo del corridoio di sabbia tra Israele, l'Egitto e il Mediterraneo. Per contrastare i fondamentalisti — con i quali ha combattuto 4 guerre — Israele ha imposto un embargo che assieme alle restrizioni egiziane al valico di Rafah limita gli spostamenti dei due milioni di abitanti.

Per inviare al Corriere della Sera la propria opinione, telefonare: 02/ 62821, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


lettere@corriere.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT