domenica 19 settembre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Ecco che cos'è Hamas (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Corriere della Sera Rassegna Stampa
12.09.2021 Al Qaeda: il ritorno di Ayman al Zawahiri
Commento di Guido Olimpio

Testata: Corriere della Sera
Data: 12 settembre 2021
Pagina: 13
Autore: Guido Olimpio
Titolo: «Prove di vita incerte per il leader di Al Qaeda»
Riprendiamo dal CORRIERE della SERA di oggi, 12/09/2021, a pag. 13, con il titolo "Prove di vita incerte per il leader di Al Qaeda" il commento di Guido Olimpio.

Immagine correlata
Guido Olimpio

E' morto al-Zawahiri, leader di al-Qaeda
Ayman al Zawahiri

Ayman al Zawahiri è tornato a farsi sentire, ma non ha commentato la vittoria dei talebani. Una prova di vita (incerta) che mantiene sempre dei dubbi sulle reali condizioni del leader di Al Qaeda. II medico egiziano nella clip diffusa dal braccio mediatico As Sahab fa un riferimento preciso ad un evento del gennaio 2021, l'attacco da parte dei mujaheddin qaedisti di Hurras al Din contro i russi in Siria. E, secondo un osservatore, ci sarebbe anche un secondo dato che risale ad aprile. Sono aspetti importanti perché sembrano smentire le informazioni che lo davano per morto nel novembre del 2020, a causa di una malattia. Non tutti però avevano condiviso questa interpretazione. Un rapporto dell'Onu e segnalazioni dell'intelligence americana hanno ribadito che il capo jihadista è ancora al comando, probabilmente nascosto nella regione al confine AfghanistanPakistan. Sempre nella clip c'è l'invocazione che «Allah lo protegga» riservata solitamente ad un vivente. Gli osservatori hanno provato a spiegare la «nebbia» che circonda il suo status fornendo alcune ipotesi: non vuole essere scoperto; ci sarebbero problemi di propaganda; vi potrebbero essere malanni Tuttavia non si comprende perché Al Qaeda, visto che un intervento lo ha lanciato, non lo abbia dedicato alla svolta clamorosa con il ritorno al potere degli «amati» mullah. Invece le parole sono dedicate a Gerusalemme e altri temi non proprio recenti.

Per inviare al Corriere della Sera la propria opinione, telefonare: 02/62821, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


lettere@corriere.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT