lunedi` 23 maggio 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

I musulmani sono infelici nei paesi in cui vivono, in uno solo sono felici, quale? (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Corriere della Sera Rassegna Stampa
29.10.2018 Abu Dhabi: per la prima volta nella storia suonato l'inno di Israele in un Paese arabo
Per la vittoria dell'atleta israeliano Sagi Muki

Testata: Corriere della Sera
Data: 29 ottobre 2018
Pagina: 15
Autore: la redazione del Corriere della Sera
Titolo: «L’inno di Israele ad Abu Dhabi»

Riprendiamo dal CORRIERE della SERA di oggi, 29/10/2018, a pag. 15, la breve "L’inno di Israele ad Abu Dhabi".

A destra: l'atleta israeliano Sagi Muki

Per la prima volta nella storia, l'inno di Israele è stato suonato in un Paese arabo. E' successo ieri negli Emirati Arabi, a Abu Dhabi, segno del progressivo avvicinamento alle democrazie occidentali dei Paesi sunniti pragmatici del Golfo, che subiscono l'offensiva dell'islam sciita a guida iraniana da ormai 40 anni. Molto rimane da fare per giungere a un pieno riconoscimento di Israele da parte dei Paesi arabi islamici pragmatici (a oggi solo Egitto e Giordania riconoscono lo Stato ebraico), ma quella di ieri è una tappa importante su questa strada.

Ecco la breve: 

Per la prima volta nella Storia, l’inno nazionale di Israele è risuonato in uno Stato arabo. L’atleta Sagi Muki, medaglia d’oro nei pesi leggeri, durante la premiazione, ieri, ha potuto ascoltare la musica di «Hatikwa» sotto la bandiera dello Stato ebraico. La ministra dello Sport Miri Regev, presente in sala, si è commossa fino alle lacrime.

Per inviare la propria opinione al Corriere della Sera, telefonare 02/62821, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


https://www.corriere.it/scrivi/

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT