martedi` 05 marzo 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






Corriere della Sera Rassegna Stampa
15.08.2014 Barack Obama blocca una fornitura d'armi a Israele
Cronaca di Davide Frattini

Testata: Corriere della Sera
Data: 15 agosto 2014
Pagina: 12
Autore: Davide Frattini
Titolo: «E Barack bloccò la vendita di armi a Israele»
Riprendiamo dal CORRIERE della SERA di oggi, 15/08/2014, a pag. 12, l'articolo di Davide Frattini dal titolo "E Barack bloccò la vendita di armi a Israele"


Davide Frattini


Barack Obama

GERUSALEMME — Yair Lapid, il ministro delle Finanze, legge il Wall Street Journal per raccogliere informazioni sull’economia globale. Questa volta ha trovato una notizia locale — con implicazioni internazionali — che Benjamin Netanyahu non gli aveva annunciato nelle riunioni del consiglio di sicurezza. La telefonata di mercoledì con Barack Obama è stata dedicata poco al cessate il fuoco nei combattimenti con Hamas e molto — svela il quotidiano — alla mancata tregua tra il presidente americano e il premier israeliano. Durante il mese di conflitto, lo Stato Maggiore israeliano è riuscito a ottenere rifornimenti di armi dal Pentagono senza che la Casa Bianca ne fosse informata. Così il presidente ha deciso di esercitare un maggiore controllo sulle forniture e ha bloccato la consegna di missili Hellfire, montati sugli elicotteri Apache impegnati nell’operazione a Gaza. Lapid ha cercato in queste settimane di fare da mediatore con gli Stati Uniti. Ha parlato con John Kerry e gli ha ripetuto che la «relazione strategica con Washington è fondamentale», mentre i consiglieri di Netanyahu lasciavano trapelare i commenti poco benevoli del premier verso il segretario di Stato. Alle presidenziali americane del 2012 Netanyahu ha sostenuto Mitt Romney, l’avversario di Obama. Adesso i parlamentari della destra contano già sul calendario i giorni mancanti alla fine del mandato. «In due anni e mezzo — commenta Danny Danon, tra gli oltranzisti del Likud — non siederà più alla Casa Bianca, noi resteremo ad affrontare le stesse minacce».

Per esprimere la propria opinione al Corriere della Sera telefonare al numero 02/62821 oppure cliccare sulla e-mail sottostante

lettere@corriere.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT