giovedi` 30 maggio 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






Bet Magazine-Mosaico Rassegna Stampa
18.02.2024 7 ottobre 2023, il giorno in cui tutto è cambiato
Recensione di Nathan Greppi

Testata: Bet Magazine-Mosaico
Data: 18 febbraio 2024
Pagina: 1
Autore: Nathan Greppi
Titolo: «7 ottobre 2023, il giorno in cui tutto è cambiato»

Riprendiamo da BET Magazine-Mosaico del 18/02/2024, la recensione di Nathan Greppi dal titolo: "7 ottobre 2023, il giorno in cui tutto è cambiato".

Fiamma Nirenstein
Fiamma Nirenstein
Frontespizio del libro di Fiamma Nirenstein dal titolo:
"7 ottobre 2023. Israele brucia", Giubilei Regnani, pp. 278, 23,00 euro

C’è la storia di Aren, che lavorava per una organizzazione umanitaria per la riabilitazione dei detenuti prima di essere assassinata; quella di Edna, emigrata dall’Etiopia e che fu uccisa dai terroristi mentre tornava a casa dal lavoro; May, studentessa beduina di terza media, uccisa da un razzo di Hamas assieme alla nonna Faiza; e c’è Tal, che aveva da poco adottato un cagnolino abbandonato ed è caduto nel tentativo di difendere Kfar Aza. Il suo cane è ancora seduto vicino alla tomba, chiedendosi dov’è finito il suo eroe. Una voce che ha saputo documentare con costanza e dedizione i fatti del 7 ottobre, nonché degli strascichi che perdurano ancora adesso, è quella della giornalista italo-israeliana Fiamma Nirenstein, che ha raccolto numerose storie legate a quei tragici eventi nel suo ultimo libro, intitolato proprio 7 ottobre 2023. Israele brucia. La Nirenstein introduce il volume raccontando diverse storie di dolore e di coraggio, che ha visto anche perché ha potuto visionare i filmati dei massacri che gli stessi terroristi avevano girato. Racconta dei terroristi che entrano nelle case, uccidendo e stuprando chiunque gli capitasse davanti con una violenza sadica. Ci sono le storie di chi, dopo aver cercato di tenere bloccate le porte per ore trincerandosi dentro casa, ha mandato un ultimo messaggio di addio ai propri cari mentre i terroristi riuscivano ad entrare. Ma anche le storie di veri e propri eroi che quel giorno, senza essere minimamente preparati ad un evento di tale portata, si sono sacrificati per respingere gli attacchi, tra soldati e padri di famiglia. La maggior parte del libro raccoglie gli articoli che l’autrice ha scritto sul quotidiano Il Giornale come corrispondente da Israele, pubblicati dal 27 gennaio 2023 al 2 gennaio 2024, per mettere a confronto la situazione prima e dopo il 7 ottobre. Inoltre, ha tradotto in italiano delle testimonianze di familiari e amici delle vittime dei massacri raccolte da Galei Tzahal, la radio dell’esercito israeliano. A concludere il volume, un estratto di un precedente libro della Nirenstein, La sabbia di Gaza (Rubbettino, 2006), in cui raccontava lo sgombero degli insediamenti israeliani dalla Striscia, che Ariel Sharon attuò nella speranza di un miglioramento dei rapporti con i gazawi. Una speranza che oggi è del tutto scomparsa. Il 7 ottobre è un giorno che purtroppo lascerà per sempre una macchia scura nella storia d’Israele. Dal libro traspare la sensazione di essere stati pugnalati alle spalle due volte: la prima, dai terroristi di Hamas e dai palestinesi dei territori che li sostengono; la seconda, da un Occidente ipocrita e codardo, dove gli israeliani vengono dipinti come mostri da un’ampia fetta della sinistra.

 Per inviare a Bet Magazine-Mosaico la propria opinione, telefonare: 02/483110225, oppure cliccare sulla e-mail sottostante 


bollettino@tin.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT