giovedi` 30 maggio 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






Libero Rassegna Stampa
13.02.2024 Tribunale Aja: basta armi a Israele. Ma l'Olanda non è d'accordo
Redazionale di Libero

Testata: Libero
Data: 13 febbraio 2024
Pagina: 8
Autore: Redazionale
Titolo: «Olanda: basta armi a Israele»

Riprendiamo da LIBERO di oggi, 13/02/2024, a pag.8 con il titolo "Olanda: basta armi a Israele", il redazionale di Libero.

ministro del Commercio, Geoffrey van Leeuwen, «la consegna di parti dell’F-35 statunitense a Israele, a nostro avviso, non è ingiustificata», in quanto gli F-35 sono cruciali per la sicurezza di Israele e la sua capacità di proteggersi dalle minacce nella regione, «ad esempio da Iran, Yemen, Siria e Libano».
Il ministro del Commercio olandese, Geoffrey van Leeuwen contro la Corte d’Appello dell’Aja: "la consegna di parti dell’F-35 a Israele sono cruciali per proteggersi dalle minacce di Iran, Yemen, Siria e Libano". Già, la Corte d’Appello dell’Aja ha "dimenticato" per esempio i razzi che ogni giorno arrivano su Israele da Hezbollah.

La Corte d’Appello dell’Aja ha stabilito che il governo olandese dovrà interrompere la fornitura di pezzi di ricambio per i caccia israeliani F-35 entro sette giorni. La causa era stata intentata dalle organizzazioni per i diritti umani Oxfam Novib, PAX e The Rights Forum, che avevano chiesto la revoca della licenza di esportazione dei pezzi. Secondo la Corte, le azioni di Israele nella guerra di Gaza rappresentano un chiaro rischio di violazione del diritto internazionale umanitario e per questo motivo il governo avrebbe dovuto decidere di interrompere la fornitura dei pezzi per gli aerei da combattimento. Il governo olandese ha annunciato che presenterà ricorso alla Corte suprema contro la decisione della Corte d’appello dell’Aja. Secondo l’esecutivo, ancora guidato dal dimissionario Mark Rutte, la sentenza ha oltrepassato la responsabilità dello Stato di formulare la propria politica estera. Per il ministro del Commercio, Geoffrey van Leeuwen, «la consegna di parti dell’F-35 statunitense a Israele, a nostro avviso, non è ingiustificata», in quanto gli F-35 sono cruciali per la sicurezza di Israele e la sua capacità di proteggersi dalle minacce nella regione, «ad esempio da Iran, Yemen, Siria e Libano». I Paesi Bassi ospitano uno dei tre magazzini regionali europei che contengono parti dell’F-35 di proprietà statunitense da spedire a vari partner, tra cui Israele, secondo gli accordi di esportazione esistenti.

Per inviare a Libero la propria opinione, telefonare: 02/99966200, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


lettere@liberoquotidiano.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT