lunedi` 24 giugno 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






Shalom Rassegna Stampa
10.06.2024 Shavuot di desiderio: il ricettario del Forum dei familiari degli ostaggi
Recensione di Claudia De Benedetti

Testata: Shalom
Data: 10 giugno 2024
Pagina: 1
Autore: Claudia De Benedetti
Titolo: «Shavuot di desiderio: il ricettario del Forum dei familiari degli ostaggi»

Riprendiamo da SHALOM online l'articolo di Claudia De Benedetti la recensione del libro "Shavuot di desiderio: il ricettario del Forum dei familiari degli ostaggi".


Claudia De Benedetti

Shavuot di desiderio, il libro-ricettario pubblicato dal Forum dei familiari degli ostaggi rapiti il 7 ottobre da Hamas

Con l’avvicinarsi di Shavuot il Forum dei familiari degli ostaggi rapiti il 7 ottobre da Hamas ha pubblicato il ricettario ‘Shavuot of Longing’ ‘Shavuot di desiderio’, ma anche di attesa, di nostalgia. Il volume, disponibile in versione cartacea e online, è realizzato in collaborazione con Be’eri Print, la tipografia di uno dei kibbutzim più drammaticamente colpiti durante il massacro del 7 ottobre; tutti i proventi andranno a sostegno del Forum. Un libro di cucina che indubbiamente non è una semplice raccolta di ricette, ma un tributo agli ostaggi e alle loro famiglie, un modo per aumentare la consapevolezza e un mezzo per sostenere il Forum.
Scorrendo le 180 pagine si trovano 75 ricette e altrettante storie personali dei rapiti: piatti tipici israeliani che vengono presentati con le parole dei genitori o dei figli di chi è o è stato in prigionia a Gaza.
Le polpette di pesce piccanti servite con challah e couscous sono uno dei piatti preferiti di Eli Sharabi. Eli è una figura molto amata nella comunità del kibbutz Be’eri, un padre di famiglia, un uomo affettuoso che ha sempre abbracciato la vita con saggezza e positività. Eli, 51 anni, è scomparso dal 7 ottobre, quando i terroristi di Hamas hanno attaccato il kibbutz, uccidendo, bruciando e rapendo molti residenti. Sua moglie e le sue figlie sono state uccise e suo fratello Yossi, anche lui rapito, è stato dichiarato morto il 16 gennaio 2024. Eli è ancora tra le persone di cui non si hanno notizie, i pensieri dei familiari e le loro preghiere sono con lui e la sua famiglia ogni giorno. Luis Har è tornato a casa dopo 129 giorni di prigionia le sue parole di speranza e il suo sorriso accompagnano la ricetta della ‘Pizza del nonno Luis’.
Ad Amit Esther Buskila è dedicata la ricetta della Matbucha marocchina, l’insalata cotta di peperoni, pomodori e cipolle cui vengono aggiunte le spezie. L’esercito israeliano ha recuperato il suo corpo il 17 maggio in un tunnel di Hamas durante un’operazione condotta vicino al campo profughi di Jabalia nel nord della Striscia. Amit Esther viveva ad Ashdod, aveva 28 anni: nel libro, in poche righe, viene presentata in tutta la sua gioia di vivere, del suo amore per i viaggi e per la cucina grazie a cui aveva partecipato all’edizione dello scorso anno del programma televisivo Master Chef.
Ohad Yahalomi di 49 anni del Kibbutz di Nir Oz è ancora prigioniero di Hamas, è stato catturato dopo aver sparato ai terroristi ed essere rimasto ferito alle gambe. Il figlio Eitan, di 12 anni, era stato anche lui rapito e rilasciato il 27 novembre.
Chaim Peri è stato dichiarato morto in cattività il 3 giugno. A lui è dedicata la ricetta della Shakshuka con parole di infinita umanità. Chaim viveva a NirOz con la moglie, 5 figli e 13 nipoti. Aveva creato all’entrata del kibbutz una galleria d’arte in cui venivano mostrate le opere create da ebrei, arabi e beduini tutti residenti nelle vicinanze del kibbutz. Un luogo di armonia oggi totalmente distrutto dalla pefidia dei terroristi.

Per inviare a Shalom la propria opinione, telefonare: 06/87450205, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


redazione@shalom.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT