giovedi` 08 dicembre 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Dubai ricorda la Notte dei Cristalli (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Shalom Rassegna Stampa
27.08.2022 'A Basilea ho fondato lo Stato ebraico''. Il Congresso Sionista celebra il sogno di Herzl e i suoi 125 anni
Commento di Claudia De Benedetti

Testata: Shalom
Data: 27 agosto 2022
Pagina: 1
Autore: Claudia De Benedetti
Titolo: «'A Basilea ho fondato lo Stato ebraico''. Il Congresso Sionista celebra il sogno di Herzl e i suoi 125 anni»
Riprendiamo da SHALOM online l'analisi di Claudia De Benedetti dal titolo " 'A Basilea ho fondato lo Stato ebraico''. Il Congresso Sionista celebra il sogno di Herzl e i suoi 125 anni".

Theodor Herzl, l'uomo e il simbolo: ecco il video con sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello:

Book depicting a driven, fallible Herzl has fresh details on father of  Zionism | The Times of Israel

Claudia De Benedetti

Theodor Herzl convocò il Primo Congresso Sionista a Basilea, in Svizzera, il 29 agosto 1897. Nel 125° anniversario dell’evento, che portò alla nascita dell'’Organizzazione Sionista Mondiale - WZO - organismo fondamentale per la storia del popolo ebraico prima e dopo la fondazione dello Stato d’Israele, l’Organizzazione Sionista Mondiale ha organizzato a Basilea un Congresso cui sono attesi oltre 1.100 partecipanti, tra cui la Presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello. Ospite d'onore sarà il Presidente di Israele Isaac Herzog, accolto, tra gli altri, dal Presidente federale svizzero Ignazio Cassis. Il momento culminante si terrà, a 125 anni di distanza, nello stesso luogo in cui si svolse il Primo Congresso Sionista: lo Stadtcasino di Basilea. Il programma dei lavori, alla presenza di oltre 500 relatori di fama internazionale, prevede sessioni di riflessione incentrate sulle sfide e sulle proposte di rafforzamento del movimento sionista nella diaspora e in Israele, contenuti artistici e multimediali in cui vengono proposte le visioni del sionismo di Theodor Herzl di ieri e quelle dei leader sionisti di oggi, con uno sguardo rivolto alla formazione delle nuove leve del futuro. Il Centro Congressi della Messe Basel ospiterà due forum prestigiosi: la "Herzl Leadership Conference", in cui verranno discussi i moderni approcci al sionismo e l’"Herzl Social Impact Entrepeneurship Summit", che riunirà 125 giovani imprenditori e investitori leader nel campo delle iniziative socio-economiche provenienti da tutto il mondo. Oltre alle celebrazioni ufficiali da maggio l’Università di Basilea ha organizzato un ciclo di conferenze intitolato "1897. Utopie del sionismo" e un workshop sul legame tra religione e politica, a partire dal Primo Congresso Sionista e dalle sue conseguenze. "Basel in Conversation", è un ulteriore appuntamento proposto dal Cantone con il Gruppo di lavoro cristiano-ebraico di Basilea e la Chiesa aperta di Elisabethen. Yaakov Hagoel, Presidente dell’Organizzazione Sionista Mondiale, nel messaggio di benvenuto ai congressisti ha scritto: “Cari amici, molti di noi sono nati nello Stato di Israele, un paese indipendente, forte e basato sui valori e sugli ideali ebraici. Ma se solo pensiamo alle cinque generazioni che ci hanno preceduto, per loro era un sogno lontano. La visione di chi aveva profetizzato la rinascita dello Stato ebraico è diventata lentamente realtà. In una sala conferenze di Basilea, i cuori dei delegati del Primo Congresso Sionista furono smossi, aprendo la strada alla creazione dello Stato ebraico. ‘Tra cinque anni, forse, e certamente tra cinquanta, tutti lo percepiranno’, diceva il visionario dello Stato, Theodor Herzl. La sua speranza e il suo sogno si sono realizzati. Da qui, da Basilea, dove il popolo d’Israele si è risvegliato da duemila anni di esilio e si è unito da ogni angolo della terra per tornare finalmente a casa, sono entusiasta di celebrare con voi questo evento fondamentale. Pensando al futuro dei nostri figli, nipoti e pronipoti, continueremo a lottare per una società giusta, con una forte attività sionista, per rafforzare il destino condiviso e l'unità d’ Israele.

Per inviare a Shalom la propria opinione, telefonare: 06/87450205, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

redazione@shalom.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT