martedi` 25 giugno 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
12.05.2024 Onu succursale di Hamas. Più ammazzate e torturate e meglio sarete accolti
Diario di guerra di Deborah Fait

Testata: Informazione Corretta
Data: 12 maggio 2024
Pagina: 1
Autore: Deborah Fait
Titolo: «Onu succursale di Hamas. Più ammazzate e torturate e meglio sarete accolti»

Onu succursale di Hamas. Più ammazzate e torturate e meglio sarete accolti
Diario di guerra di Deborah Fait

L'ONU vota per la Palestina, legittimando la volontà di distruggere Israele che domina gli arabi palestinesi dai tempi del Gran Muftì di Gerusalemme (sodale di Hitler). Una battaglia perseguita assiduamente dal suo successore Yassir Arafat, anche all'ONU. Ed ora dominante nelle Nazioni Unite.

Noi lo sapevamo da tempo che il nazismo non era morto. Da quando Arafat è comparso sulla scena  del Medio Oriente creando prima Fatah e poi l’OLP, entrambe organizzazioni neonaziste, nate dall’odio per il popolo ebraico. Sapevamo anche che il mondo avrebbe creduto a Arafat e alle sue fandonie e che Israele avrebbe sempre dovuto difendersi da una società talmente satura di odio da incendiarsi e spargere le sue ceneri incandescenti come lava da un vulcano.

Sono passati tanti anni dalla morte del capo terrorista del cosiddetto popolo palestinese, ma lui ha seminato la perversione talmente bene che non si può non pensarlo e non immaginare la sua risata malvagia come accompagnamento ai massacri del 7 Ottobre e a tutto ciò che ne è seguito. A conferma del male che governa il mondo, l’Onu ha legittimato il nuovo nazismo riconoscendo più diritti ai palestinesi. Un primo passo verso il riconoscimento della Palestina come stato membro. Uno stato che non esiste e un popolo inventato, magistralmente plagiato da essere convinto di dover sostituire gli ebrei ammazzandoli tutti e impossessandosi della loro terra. L’ambasciatore di Israele Gilad Erdan ha fatto a pezzettini la carta costitutiva dell’ONU a vergogna perenne di quanto stava accadendo: le Nazioni Unite, nate dalla democrazia e per la democrazia, si sono ridotte ad essere una succursale di Hamas e sostenitrici del terrorismo. 

Da più di un secolo gli arabi viventi nella parte di Palestina diventata Israele nel 1948, ammazzano, seminano il terrore non solo in Israele, anche in Europa e in USA. Da sempre vivono mantenuti dal mondo intero, prendendo in giro tutti. Eppure  si sono guadagnati l’amore dell’Occidente grazie all’odio che gli europei nutrono per gli ebrei dalla notte dei tempi. Gli odiatori antisemiti italiani non hanno rispettato nemmeno il Salone del Libro di Torino. I manifestanti hanno aperto con la forza i cancelli  di sbarramento all’ingresso del Salone. “Il salone del libro è una merda sionista” hanno urlato prendendo a calci tutto quello che incontravano prima di essere respinti dalla polizia in assetto di guerra. I nuovi nazisti del XXI secolo sono tra noi e hanno sostituito l’immagine di Hitler con quelle degli ayatollah iraniani e di  Yahyah Sinwar.

Deborah Fait
Deborah Fait


takinut3@gmail.com

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT