martedi` 16 luglio 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
02.11.2023 Deborah Fait risponde ai lettori
Menzogne contro Israele

Testata: Informazione Corretta
Data: 02 novembre 2023
Pagina: 1
Autore: Deborah Fait
Titolo: «Menzogne contro Israele»

Myth: There is a media bias against Israel | Decolonize Palestine

Gentile Deborah, Dopo la vergognosa vignetta di Giannelli sul Corriere di oggi, ho inviato questa mail al direttore. עם ישראל חי Caro direttore , la vignetta di Giannelli sul Corriere di oggi (autorevole come un editoriale, mi dicono ) finalmente fa chiarezza sulla tremenda situazione in cui Israele si è trovata dopo l'assalto nazista del 7 ottobre. È il complotto pluto-giudaico-(massonico?) che mina la pace del mondo. Che pena, caro direttore. È anche la nuova posizione del Corriere ? Cordiali saluti –

 Leone Chaim 

Caro Leone, Non ho potuto vedere la vignetta ma se lei accenna al complotto pluto-giudaico-massonico posso immaginarne il contenuto. I media, chi più chi meno, cascano sempre nella rete dell’antico pregiudizio. Un cordiale Shalom 

***

 Cara Deborah, ho letto gli ultimi commenti su Lasorella e volevo già scriverle perché sono capitata per ben tre volte su signore (?) impegnate : la suddetta Lasorella, la Tocci e l'ambasciatrice (?) Elena Basile. Stupore ? rabbia ? se non fosse una situazione tragica verrebbe da ridere: ma lo sanno queste signore che una delle prime uccise il 7 ottobre è stata una canadese-israeliana che era lì proprio perché impegnata nell'aiuto ai palestinesi di Gaza ? La TV italiana la seguo poco perché sguaiata, seguo la non stop CNews francese che è odiata da tutti i mass media politicamente (s)corretti in Francia perché è di Bolloré. Non so chi sia personalmente ma la sua TV non concede scuse, Israele è stata aggredita da terroristi, non da una "milizia armata che fa la Resistenza", e invita sempre anche persone che non hanno le stesse idee : non tutti ci vanno perché li schifano ma, grande novità negli ultimi giorni, il Ministro degli Interni ci è andato: in Francia le cose stanno cambiando: anche se sono aumentati gli attacchi agli ebrei, la politica sta cambiando (a parte la gaffe all'ONU). Ora riconoscono che la caccia agli ebrei non viene dalla Le Pen ma da Mélanchon. Le manifestazioni di piazza a favore di Hamas sono spiegabili in diversi modi ma la cosa più brutta da vedere sono gli studenti universitari italiani, francesi e americani impegnati accanto a tutti gli immigrati : se questa è la nostra futura classe dirigente siamo messi male. E nei Paesi arabi è anche peggio perché le folle esagitate hanno preso in ostaggio i loro stessi Governi che hanno paura di perdere la loro poltrona. Che schifo! Spero proprio che Israele si sbarazzi di Hamas ma, Deborah, che succederà dopo? Ci saranno sempre gruppi che possono infiltrarsi di nuovo: cosa fare dopo? La coabitazione tra due Stati è ancora possibile? e la guerra si amplificherà? l'occidente democratico e libero è una piccola minoranza su scala mondiale. Un abbraccio a lei e a Israele.

 Laura Ferrentino 

Cara Laura, Vedere gli studenti universitari, che dovrebbero avere una certa cultura e informazione, e soprattutto cervello, fa male ma fa ancora più male sapere che i loro colleghi ebrei debbano nascondersi per non essere aggrediti fisicamente come accade in America in molte prestigiose università. Lei mi pone domande cui vorrei saper rispondere. Cosa succederà dopo? Speriamo innanzitutto che Israele vinca questa guerra. Non credo che sarà mai possibile la coabitazione con uno stato palestinese. Io non mi sentirei sicura con dei vicini i cui giovani urlano che vorrebbero bere il nostro sangue. È possibile che cambino? No, sono stati troppo indottrinati fin da piccoli e sono cresciuti con l’odio in corpo. I bambini di oggi saranno uguali. Speriamo che in un prossimo futuro la comunità internazionale trovi una soluzione cambiando radicalmente la classe dirigente palestrinese. Un cordiale shalom

takinut3@gmail.com

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT