venerdi 30 settembre 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

L'esempio di Golda Meir


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
19.09.2022 IC7 - Il commento di Davide Romano: La differenza della democrazia
Dall'11 al 18 settembre 2022

Testata: Informazione Corretta
Data: 19 settembre 2022
Pagina: 1
Autore: Davide Romano
Titolo: «IC7 - Il commento di Davide Romano: La differenza della democrazia»
IC7 - Il commento di Davide Romano: La differenza della democrazia
Dall'11 al 18 settembre 2022

Why Does Israel Celebrate Its Terrorists: Ben Uliel and the Murder of the  Dawabsheh Family - Palestine Chronicle
Amiram Ben-Uliel

L'israeliano Amiram Ben-Uliel, 25 anni, dopo regolare processo è stato riconosciuto colpevole di aver pianificato e realizzato nel 2015 un attentato che ha ferito mortalmente i coniugi palestinesi Saad e Riham Dawabsheh e ucciso il loro figlio di 18 mesi, Ali. Un altro figlio, Ahmad, che all'epoca aveva 5 anni, è stato gravemente ferito ma è sopravvissuto. Recentemente la Corte Suprema israeliana ha confermato la condanna all'ergastolo.

PeaceLink e Unimondo - Democrazia: concezione di vita

Questa notizia non è stata ripresa dai media perché non segue il mainstream che prevede "israeliani cattivi e palestinesi buoni". Per questo ne parlo. Per ricordare la differenza che c'è tra la democrazia israeliana e la dittatura palestinese. In Israele i terroristi vengono condannati all'ergastolo, siano essi ebrei o arabi. A Ramallah o a Gaza, i terroristi arabi non solo non vengono condannati, ma premiati. E se per caso quei terroristi vengono catturati da Israele, le loro famiglie ricevono un vitalizio da Hamas o dall'OLP. Inutile dirvi che fine farebbe un terrorista ebreo nelle mani delle autorità palestinesi.... Ma l'amore per la morte da parte di Hamas non finisce qui: lunedì 12 settembre l'organizzazione terroristica ha messo a morte 5 palestinesi. Naturalmente i grandi media non se ne sono occupati, perché non c'è Israele di mezzo.

Tutto questo va ricordato. Soprattutto quando gli estremisti filopalestinesi berciano che in Israele c'è l'apartheid. La discriminazione e il razzismo ci sono, è indubbio. Ma è dalla parte palestinese che bisogna guardare se si vogliono vedere leggi discriminatorie, premi economici ai terroristi, pena di morte dopo processi-farsa e tutto quanto può fare pensare all'Apartheid. Il fatto stesso che tanti nel mondo occidentale si bevano questa propaganda ribaltando la realtà sul campo, bene illustra quanto certe opinioni pubbliche siano manipolabili. E soprattutto quanto il pregiudizio anti-israeliano resti forte nel settore dei media.


Davide Romano

takinut@gmail.com

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT