venerdi 01 luglio 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Tutti uniti contro l'accusa di Israele 'Paese di apartheid' 26/06/2022


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
06.06.2022 Ritratto di Laura Boldrini
Commento di Deborah Fait

Testata: Informazione Corretta
Data: 06 giugno 2022
Pagina: 1
Autore: Deborah Fait
Titolo: «Ritratto di Laura Boldrini»
Ritratto di Laura Boldrini
Commento di Deborah Fait

A destra: Laura Boldrini

Sacerdotessa dell'ovvio, del politicamente corretto, della retorica, degli inginocchiamenti, Laura Boldrini si è accorta che qualcosa mancava al suo elenco di schifezze spesso ridicole ed è andata a deliziare con la sua presenza Israele che non ne aveva nessun bisogno e quelli che ha avvisato, a scanso di equivoci, Dio ne guardi che qualcuno osasse pensare il contrario, trattarsi di “territori palestinesi occupati”. Occupati da chi? Secondo me la Giudea è occupata dagli arabi che non ne avrebbero alcun diritto, secondo Boldrini è Israele che occupa territori mai stati arabi e meno ancora palestinesi! La sua visita avrà mandato in estasi gli arabi della zona e forse, chissà, anche qualche israeliano idiota che non manca mai. Rimangono senza risposta le domande “Perché?” A che titolo è andata in Israele? Chi l’ha invitata? L’unica cosa certa è che la sua visita è sgradita, inopportuna, tesa solo a fare un torto a Israele sparando le solite cavolate del tipo: “ i militari israeliani costringerebbero a vivere i palestinesi: senza accesso all'acqua e all'elettricità», con «case demolite», senza «il permesso né di camminare, né girare in auto lungo alcune strade, né di avere attività commerciali». I palestinesi hanno tanta “poca” acqua da permettere ai loro capoccia di costruire piscine olimpioniche nelle loro ville, l’elettricità non la chiude Israele ma i palestinesi stessi facendo saltare le centraline con il loro terrorismo quotidiano, specialmente a Gaza.

Le case demolite sono quelle di assassini che ammazzano decine di persone alla volta in Israele. Le attività commerciali proibite la Boldrini se le è sognate come tutto il resto. Israele manda , anche in tempo di attentati e di missili sul proprio territorio, centinaia di TIR ai palestinesi, camionate piene di ogni ben di Dio, di acqua potabile, di medicinali, tutto gratis, che i maggiorenti palestinesi sequestrano e poi, cinicamente, rivendono alla loro gente. Israele è l’unico paese al mondo che foraggia il proprio nemico anche quando è in corso il terrorismo o addirittura una guerra. Questo non lo dice la nostra eroina delle genuflessioni? ho una domanda per lei:” Perché non va in Libano, in Iraq e in altri paesi arabi dove i palestinesi sono chiusi da 60 anni nei campi, privi di diritti civili? In Libano per esempio, non possono commerciare, acquistare case, uscire dai campi e studiare più di un minimo numero di anni. Sono cittadini di serie zeta di cui nessuno parla, la cosa che conta è dare addosso a Israele, paese in cui 2 milioni di cittadini arabi godono di pieni diritti. La Boldrini difende solo i palestinesi che vivono nei territori contesi a Israele, territori che sono la culla dell’ebraismo da più di 3000 anni. Di quelli sparsi nei vari paesi arabi, odiati a morte dai loro stessi fratelli, non gliene potrebbe fregar di meno. Se non c’è Israele da condannare non si tocca l’argomento. Questa è grande ipocrisia, immensa ingiustizia e grande schifo, tutte cose da cui non riusciremo mai a liberarci perché sono la parte preponderante dell’antisemitismo moderno.

Immagine correlata

Deborah Fait
"Gerusalemme, capitale unica e indivisibile dello Stato di Israele"


takinut@gmail.com

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT