domenica 26 giugno 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Studioso islamico Usa: parole di odio contro Israele (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
28.04.2022 Tv spazzatura? Ebbene si!
Commento di Deborah Fait

Testata: Informazione Corretta
Data: 28 aprile 2022
Pagina: 1
Autore: Deborah Fait
Titolo: «Tv spazzatura? Ebbene si!»
Tv spazzatura? Ebbene si!
Commento di Deborah Fait

TV LED HD Ready LG 32LK500BPLA | LG Italia

Negli ultimi mesi non si fa in tempo a digerire un programma che ne arriva subito un altro peggiore del primo. Nella trasmissione Fuori dal coro, condotta da Mario Giordano, il giornalista si lancia in un'invettiva contro il boicottaggio degli atleti russi, dell'esclusione dei tennisti russi da Wimbledon e da altre gare. Poi, con il solito impeto e facendo un' "insalata russa" un po' confusa, mescola lo sport con la cultura e qui sta l'errore in cui è caduto come un pero. Gli atleti che vanno nei tornei internazionali portano l'immagine del loro presidente e del loro paese, i loro organizzatori rappresentano un apparato burocratico gestito dalle banche e da un sistema economico gigantesco, nel caso in questione banche russe che i paesi liberi hanno deciso di boicottare. È logico quindi impedire a chi rappresenta tale sistema di partecipare agli eventi sportivi internazionali, in un momento storico così delicato e barbaro, e di fare propaganda a un governo di banditi. Certo che non è colpa del popolo russo se Putin è in pieno delirio di onnipotenza e si è messo in testa di invadere un altro paese sovrano e di conquistarlo con la forza. Trovo peraltro che sia molto stupido e controproducente boicottare la grande cultura russa, rifiutare un ciclo di studi su Dostoyevskij o vietare la programmazione nei teatri del Lago dei cigni di Tchaikovskij.

Altra cosa ancora, davvero vergognosa, è arrivare ad aggredire lavoratori russi in Italia e impedire loro di esprimersi nella loro lingua. Questo è semplice razzismo, non si possono incolpare singoli e innocenti cittadini delle porcate che fa il loro governo. Come dicevo, la Tv italiana sta ormai diventando spazzatura, i conduttori dei programmi sono portavoci delle più assurde teorie pacifiste e devianti, oggi per esempio ho sentito un tizio che partecipava alla marcia del 25 aprile dire, convinto, che l'Italia l'ha liberata Stalin. A un'affermazione del genere non si può non sentire un brivido lungo la schiena pensando a quanti giovani quel vecchio staliniano duro e puro avrà fatto il lavaggio del cervello. A "Di martedì", condotto da Giovanni Floris, è ormai, e aggiungo purtroppo, ospite fisso Alessandro Di Battista, un nome una garanzia, il quale con molta serietà ha ribadito le sue idee pacifiste e la sua ferma convinzione che non si debbano mandare armi all'Ucraina. Bisogna, secondo lui, lasciarla disarmata, preda del dittatore del Cremlino e della sua soldataglia che stupra, ammazza, impicca e lo fa anche ai bambini. La perla finale e nauseante del Di Battista è stato il suo solito ragionamento filoterroristi palestinesi. : " I palestinesi resistono a un'occupazione straniera e all'apartheid". Allora, accusare uno stato sovrano e democratico di apartheid non è una critica legittima ma vero antisemitismo e odioso pregiudizio. In seguito Di Battista, non soddisfatto, ha aggiunto "Israele bombarda Gaza…il mio impegno è parlare in ogni trasmissione dei palestinesi che sono il popolo più dimenticato del mondo". Parlando di occupazione straniera è chiara l'equiparazione con l'Ucraina, una cialtronata che solo lui poteva fare, ossessionato com'è dall'odio contro gli ebrei. I palestinesi sono terroristi che vogliono eliminare Israele per occuparlo, dopo averne cacciato e ucciso gli ebrei, e creare una nuova umma islamica. Gli ucraini sono un popolo sovrano che si difende dall'invasione di un macellaio delirante. E poi, un popolo dimenticato? Intanto, anche volendo, è impossibile farlo, visto che ogni giorno ammazzano qualche israeliano, in secondo luogo i palestinesi sono il popolo più pagato del mondo, ricevono più soldi loro di tutti gli altri profughi del mondo, profughi veri, non i fasulli palestinsti che dopo 80 anni ancora non sono stati capaci di crearsi un paese nonostante i miliardi che ricevono e i tentativi di tutto il mondo, compreso Israele, di renderli autonomi. Israele Bombarda Gaza, dice Dibba, con l'occhio umido, ma omette il motivo, i missili che da Hamas spara ai quali Israele deve rispondere.

Lo stesso è accaduto a "L'aria che tira", condotto da Mirta Merlino, dove il solito Vauro, dopo le sue tiritere sulla pace, sul lasciare l'Ucraina disarmata, dopo aver sentenziato che Mattarella non garantisce più la costituzione perché sta dalla parte dell'Ucraina e si è messo l'elmetto, se ne è uscito con la formula magica di tutti gli antisionisti, finti pacifisti e diffamatori: "Israele bombarda Gaza". Naturalmente sia Floris e i suoi ospiti, che la Merlino non hanno ribattuto alle inaccettabili esternazioni di questi due odiatori, sono rimasti tutti in silenzio, forse qualcuno era imbarazzato ma non è dato sapere dal momento che non è non è stato proferito verbo. Tv spazzatura? Si, e non salvo i conduttori colpevoli, a mio parere, come gli indegni ospiti che invitano, sapendo perfettamente dove andranno a parare con la loro ideologia vetusta e diffamatoria.



Immagine correlata

Deborah Fait
"Gerusalemme, capitale unica e indivisibile dello Stato di Israele"


takinut@gmail.com

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT