lunedi` 03 ottobre 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

L'esempio di Golda Meir


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
22.03.2022 Deborah Fait risponde a un lettore
Zelensky alla Knesset

Testata: Informazione Corretta
Data: 22 marzo 2022
Pagina: 1
Autore: Deborah Fait
Titolo: «Zelensky alla Knesset»


Zelensky si rivolge a Israele

Gentilissima Deborah, in riferimento al suo articolo " La tragedia della guerra e le capriole dei Talk Show italiani " personalmente non sono affatto meravigliato di quanto accaduto nel talk show della sig.ra Veronica Gentili dove un filo putiniano poteva irridere impunemente l'Ucraina ed un popolo invaso e massacrato. In Italia i sostenitori di Putin si trovano non solo nella vecchia sinistra veterocomunista che, avendo sempre appoggiato l'infinita catena dei crimini di Lenin , Stalin e dei loro successori , considera l'invasione dell'Ucraina un folgorante successo della grande madre Russia. Ci sono molti fan di Putin anche all'interno di quello che ama definirsi un centrodestra moderno, democratico, liberale e filoccidentale. Dopo l'invasione dell'Ucraina i capi e capetti di questo centrodestra hanno fatto una rapidissima giravolta ed adesso , almeno ufficialmente, condannano Putin ; ma tra i ranghi dei loro partiti Putin trova moltissimi sostenitori : non vogliono essere definiti fan di Putin o filoputiniani, ma vorrebbero tutti che Zelensky sparisse dopo avere firmato una resa incondizionata il che, guarda caso, è lo stesso obiettivo di Putin. Perfino personaggi che fino a poco tempo fa ritenevo fini intellettuali liberali, trovano sorprendenti giustificazioni, numerose attenuanti ed una grande comprensione per il massacratore degli Ucraini. Su Zelensky poi le critiche si sprecano . Il fatto che sia un presidente eletto democraticamente dal suo popolo nel 2019 con il 73% dei voti e che sia rimasto al suo posto sotto alle bombe, rifiutando il comodo espatrio offertogli dagli americani, non viene preso in considerazione. Il fatto che Zelensky insieme all'Ucraina difenda l'intera Europa dall'espansionismo russo è altrettanto irrilevante : Putin infatti ha già dichiarato che Lettonia, Estonia e Lituania non esistono ed il suo ministro degli esteri ha dichiarato che la riunificazione della Germania è illegale ( e in Germania la Russia ci arriva attraverso la Polonia ). Zelensky, per questi zelanti sostenitori del massacratore del popolo Ucraino , oltre ad essere esecrabile perché ostacola i piani di Putin, ha anche due difetti : è un ebreo ed oltre ad essere ebreo, è anche un ebreo che lotta per difendere il suo popolo . Un ebreo che si difende è il peggiore ebreo che gli antisemiti dichiarati possano immaginare . Non lo sopportano nemmeno gli antisemiti "democratici" , quelli che formalmente dicono di non odiare gli ebrei, ma vorrebbero solo che sparissero insieme a quella che definiscono con disprezzo la " loro entità statale sionista ". Basta osservare l'atteggiamento ignobile della politica internazionale, e della maggior parte dei mezzi di comunicazione, quando meno di un anno fa Israele fu attaccata da Hamas con oltre 4000 razzi con lo scopo dichiarato di uccidere il maggior numero possibile di Israeliani. Il solo fatto che Israele si fosse difesa con il sistema Iron Dome ( che distruggeva la maggior parte dei razzi in volo prima che completassero la loro traiettoria ) ed attaccando le rampe di lancio dei razzi, suscitò la vivida riprovazione e la condanna dei benpensanti di tutto il mondo. Secondo loro l'unica reazione accettabile da parte di Israele sarebbe stata quella lasciare massacrare i propri cittadini ed aumentare la produzione di bare per seppellirli tutti. Cordiali saluti

Enrico Stradoni

 Gentile Enrico, Lei ha già detto tutto e io non posso che ribadire quanto da lei scritto. Quello che mi lascia interdetta, oltre alle categorie filo Putin da lei elencate, sono le posizioni dei cosiddetti no vax e no pass che all'inizio della pandemia incolpavano Israele di essere stato il primo ad usare il vaccino per guadagnarci su. Ieri ho letto addirittura che Israele ha "massacrato" gli israeliani vaccinandoli. Quindi io sarei una dei "massacrati". È veramente difficile capire il loro ragionamento ma, oggi, gli stessi che urlavano contro la dittatura dei vaccini e del green pass, detestano Zelensky, lo chiamano con spregio comico e saltimbanco, schiavo di Biden. Sono gli stessi personaggi che assistono senza batter ciglio alla distruzione di parte dell'Ucraina, che fanno del sarcasmo sull'ospedale pediatrico bombardato e sulle rovine di Mariupol. Gli stessi che si indignano quando Israele osa, secondo loro, difendersi dal terrorismo degli arabi palestinesi. Un cordiale shalom

takinut@gmail.com

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT