domenica 17 ottobre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Io sono Israele (a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
07.10.2021 I cavalieri di al-Aqsa: un video game che insegna a uccidere
Analisi di Giovanni Quer

Testata: Informazione Corretta
Data: 07 ottobre 2021
Pagina: 1
Autore: Giovanni Quer
Titolo: «I cavalieri di al-Aqsa: un video game che insegna a uccidere»
I cavalieri di al-Aqsa: un video game che insegna a uccidere
Analisi di Giovanni Quer

Fursan al-Aqsa: The Knights of the Al-Aqsa Mosque® General Discussions ::  Steam Community

A dicembre un nuovo videogioco per

Nidal Munir Saleh Najm, brasiliano di 37 anni, ha prodotto assieme al padre e al fratello un nuovo videogioco “Cavalieri di al-Aqsa” (Fursan al-Aqsa in arabo). L’eroe del videogioco è Ahmed, giovane palestinese che dopo un periodo nelle prigioni israeliane si unisce all’organizzazione “Cavalieri di al-Aqsa”, per combattere il nemico sionista. Il videogioco popolarizzerà tra i giovani la cosiddetta resistenza palestinese contro l’usurpatore sionista. Questo è l’obiettivo del creatore, che vuole far conoscere la causa palestinese nel linguaggio più comune, quello della realtà digitale. In un’intervista a “Quds Press” Nidal Najm specifica che non ha nulla contro gli ebrei, e che è il sionismo la causa di tanto odio anti-ebraico ne mondo. Il lancio avverrà a dicembre, quando un altro videogioco americano diverrà pubblico - Fallujah, ambientato nell’Iraq dell’era post Saddam con la guerriglia contro le forze militari americane. Nella confusione tra mondo reale e mondo digitale questo gioco in realtà insegna a uccidere israeliani.


Giovanni Quer (1983), ricercatore presso il Centro Kantor per lo studio dell'Ebraismo Europeo Contemporaneo e dell'antisemitismo, Università di Tel Aviv.

takinut@gmail.com

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT