domenica 28 novembre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Ricordiamo i profughi dimenticati (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
13.07.2021 Lapid a Bruxelles: l'Europa riconosca che Israele è sotto attacco
La notizia riportata dal Jerusalem Post

Testata: Informazione Corretta
Data: 13 luglio 2021
Pagina: 1
Autore: IC redazione
Titolo: «Lapid a Bruxelles: l'Europa riconosca che Israele è sotto attacco»
Lapid a Bruxelles: l'Europa riconosca che Israele è sotto attacco
La notizia riportata dal Jerusalem Post

(Segnalazione di Celeste Vichi, Presidente dell'Associazione Italia Israele di Livorno)

Israel's Yair Lapid gets mandate to form new government
Yair Lapid

L'Europa deve ricordare che Israele è costantemente minacciato dall'Iran quando ci critica, ha detto lunedì il ministro degli Esteri Yair Lapid ai ministri degli Esteri dell'Unione europea a Bruxelles. "Accetto che parte del nostro dialogo sia un giudizio morale", ha detto. “Voglio sentire le vostre opinioni con una mente aperta. Ma non è troppo aspettarsi che questo dialogo prenda in considerazione che la mia casa è sotto attacco».

Sulla propria pagina FB il Ministro degli esteri israeliano Lapid così sintetizza il proprio discorso all'UE
Un nuovo inizio in Europa

Oggi ho fatto un discorso a 27 ministri degli esteri dell'Unione Europea. Sono molto più di dieci anni che nessun ministro israeliano parla prima della Conferenza dei Ministri degli Esteri dell'Unione. Ora le cose stanno cambiando. C è un nuovo governo, una nuova energia, è ora di un nuovo inizio. Questo incontro continuerà a cedere accordi di innovazione e salari che porteranno miliardi di euro all'economia israeliana e ai cittadini di Israele. Inoltre, con l'Europa, aprirà, eque, senza precipitazioni, miliardi di euro. Tutti i Ministri degli Esteri hanno sottolineato nell'incontro il loro impegno a favore della sicurezza di Israele e della sua sicurezza e il loro impegno nella lotta contro il terrorismo. Israele condivide con gli interessi economici e di sicurezza dell'Unione europea, ma soprattutto condivide con i valori dell'Unione europea: diritti umani, diritti della comunità LGBT, impegno per le componenti fondamentali della democrazia: stampa libera, sistema giudiziario indipendente, forte civile società, libertà religiosa. Siamo impegnati a combattere insieme la crisi climatica, il terrorismo internazionale, il razzismo, l'estremismo. Voglio basare il nostro rapporto su qualcos'altro, di cui di solito non si parla nella diplomazia internazionale: sull'ottimismo. Per aver creduto nella forza vitale delle democrazie liberali. Nel loro potere finanziario. Con il potere delle loro idee per creare un mondo migliore. L ' ottimismo è un potere politico. Voglio che lavoriamo insieme sulla possibilità di un futuro migliore.

takinut@gmail.com

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT