domenica 14 agosto 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Hillel Neuer smaschera l'antisemitismo dell'Unrwa (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
17.11.2014 Israel protegge i cristiani che sono perseguitati nel mondo arabo
Appello di Padre Gabriel Naddaf al re di Giordania

Testata: Informazione Corretta
Data: 17 novembre 2014
Pagina: 1
Autore: la redazione
Titolo: «Israel protegge i cristiani che sono perseguitati nel mondo arabo»

Pubblichiamo l'appello di Padre Gabriel Naddaf, rivolto al re di Giordania Abdullah:


Il Re Abdullah di Giordania ha dichiarato che il suo paese “si opporrà a qualsiasi tentativo di Israele di cambiare lo status quo dei luoghi religiosi a Gerusalemme, specialmente quello del Monte del Tempio”. In un discorso davanti al suo parlamento “Abdullah ha detto che la Giordania continuerà ad opporre e contrastare qualsiasi iniziativa unilaterale da parte di Israele riguardo a Gerusalemme, in difesa dei luoghi sacri ai musulmani e ai cristiani. Il terreno di Gerusalemme, dice, è impregnato del sangue dei nostri morti. La Città Santa è stata affidata a noi.

Veramente? Sua Altezza, ma lei li legge i giornali? Il suo paese non confina con la Siria e l’Iraq? Che cosa ha fatto fino ad oggi il Regno Hashemita di Giordania per difendere i “luoghi religiosi cristiani“ in questi paesi confinanti? Sua Altezza, Padre Gabriele desidera inviarle un messaggio da parte sua, e a nome di tutti i Cristiani del Medio Oriente; Lo Stato di Israele, e unicamente lo Stato di Israele, con la sua Eterna Capitale Gerusalemme, difenderà e proteggerà i diritti dei cristiani e di tutte le altre minoranze religiose.

Solo sotto il controllo di Israele, Gerusalemme è degna di essere chiamata Città Santa da tutte le altre religioni. Israele non sta portando avanti nessuna provocazione e il diritto del Popolo Ebraico di salire al Monte del Tempio è di migliaia di anni più antica del suo Regno, il quale è stato inventato dagli Inglesi, solo nella storia recente, precisamente meno di 100 anni fa. Nessuno lo ha nominato patrono dei luoghi Santi in Israele, tantomeno a Gerusalemme; né lei né alcuno degli altri monarchi nel Medio Oriente, garantiscono la libertà di culto e di religione, come fa invece Israele.

Se lei vuole veramente aiutare i Cristiani, deve rendersi conto che sta’ guardando la cartina dalla parte sbagliata. Sia geograficamente che moralmente.

Fonte: Israel Hayom http://www.israelhayom.com/site/newsletter_article.php?id=21181

****************

Scrive inoltre Padre Gabriel Naddaf:


Vi incoraggiamo a leggere l’intervista al Algemeiner di George Deek – un cittadino Arabo Cristiano di Israele, nativo di Giaffa, e al momento il numero due nell’ Ambasciata di Israele ad Oslo.

“Nell’appartamento dove abitavo e dove sono cresciuto, a Giaffa, gli altri residenti erano una famiglia musulmana, una famiglia Cristiana, una coppia Ebreo-Ortodossa, e un sacerdote Cattolico. Questa era la metafora per il tipo di societa’ aperta che Israele promette".

Israele e’ l’unico paese nel Medio Oriente dove un Arabo puo’ dire:
“vivo come un Arabo nel mio paese,con pieni diritti e in una democrazia".

http://www.algemeiner.com/2014/11/13/author-of-best-speech-by-an-israeli-diplomat-ever-calls-time-on-palestinian-narrative-of-victimhood-interview/

 


http://www.informazionecorretta.it/main.php?sez=90

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT