lunedi` 16 maggio 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

I musulmani sono infelici nei paesi in cui vivono, in uno solo sono felici, quale? (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Avvenire Rassegna Stampa
20.01.2022 Pakistan: donna condannata a morte per 'blasfemia'
L'accusa vuole che sia impiccata

Testata: Avvenire
Data: 20 gennaio 2022
Pagina: 13
Autore: la redazione di Avvenire
Titolo: «Musulmana condannata a morte per 'blasfemia' su WhatsApp»
Riprendiamo oggi 20/01/2022, da AVVENIRE, a pag. 13, la breve "Musulmana condannata a morte per 'blasfemia' su WhatsApp".

Why we should stop fixating on what Muslim women wear

Una donna pachistana di religione musulmana è stata condannata a morte in Pakistan per aver inviato un testo e vignette del profeta Maometto, ritenuti «blasfemi», via WhatsApp. Aneeqa Ateeq, 26 anni, era stata arrestata nel maggio 2020 e accusata di aver condiviso «contenuti blasfemi» su WhatsApp, tra cui le vignette, secondo una memoria diffusa dal tribunale. La sentenza è stata emessa a Rawalpindi. II tribunale ha ordinato che la donna sia «impiccata a morte». L'appello presentato dagli avvocati bloccherà per ora l'esecuzione.

Per inviare a Avvenire la propria opinione, telefonare: 02/6780510, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

lettere@avvenire.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT