giovedi` 09 febbraio 2023
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Gerusalemme e il Monte del Tempio (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Avvenire Rassegna Stampa
24.06.2021 Iran nucleare, quanto manca alla Bomba
L'articolo di Avvenire

Testata: Avvenire
Data: 24 giugno 2021
Pagina: 13
Autore: la redazione di Avvenire
Titolo: «Teheran: 'Sventato un sabotaggio'. Nel mirino c'era l'agenzia atomica»

Riprendiamo da AVVENIRE di oggi, 24/06/2021, a pag. 13, l'articolo "Teheran: 'Sventato un sabotaggio'. Nel mirino c'era l'agenzia atomica".

Immagine correlata

Droni hanno preso di mira un sito nucleare iraniano dove vengono prodotte parti per realizzare centrifughe per arricchire l'uranio. Lo ha riferito l'emittente Channel 13, citando fonti iraniane. Il sito finito sotto attacco si trova vicino a Karaj, circa 40 chilometri a nordovest di Teheran. L'eminente non ha chiarito chi sia responsabile del raid né se abbia provocato danni. In precedenza le autorità iraniane avevano reso noto di aver sventato un tentativo di «sabotaggio» contro un edificio dell'Organizzazione dell'energia atomica dell'Iran a Karaj. Secondo le informazioni riferite dall'emittente pubblica Irib, il tentativo di «attacco ostile» si è concluso senza vittime o danni materiali, ma non sono stati forniti altri dettagli.

Immagine correlata
Ali Khamenei

Dossier nucleare. Un accordo nei negoziati a Vienna sul ritorno degli Usa all'intesa nucleare del 2015 e la revoca delle sanzioni imposte dall'ex presidente americano Donald Trump è ormai vicino e prevede la revoca delle misure a Teheran in «1.040 settori, compresi quello petrolifero, delle assicurazioni e dei trasporti». Lo ha dichiarato il capo di gabinetto del presidente iraniano Hassan Rohani, Mahmoud Vaezi, citato dalla Tv di stato. Secondo Vaezi, verranno tolte anche le sanzioni su individui ed entità legati alla Guida suprema Ali Khamenei, mentre esulano dall'intesa quelle imposte da Washington prima dell'accordo del 2015. Il presidente Hassan Rohani ha chiesto intanto che il suo successore eletto Ebrahim Raisi, che si insedierà a inizio agosto, venga tenuto informato sui termini dell'accordo in via di definizione, in modo che possa esprimersi al riguardo.  

Per inviare la propria opinione a Avvenire, telefonare 02/ 6780510, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


lettere@avvenire.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT