martedi` 16 luglio 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






Msf e il ritorno di Ugo Tramballi 13/04/2023

Medici senza Frontiere - Gruppo di Bologna | Partecipa

Gentilissimi, Al di là delle posizioni socio-politiche di Medici Senza Frontiere, l'invito di Debora Fait a non sostenere questa organizzazione umanitaria mi ha molto deluso. Molto. E forse questo dovrebbe indurmi anche a dubitare maggiormente della sua obiettività nel giudicare le questioni israeliane e palestinesi. Che tristezza.

Roberto Collodel

 Gentile Roberto, sono addolorata per la sua tristezza e delusione che non posso lenire perchè disprezzo profondamente tutte le organizzazioni per la ”pace” che approfittano del loro nome e della loro fama di “buoni” per diffondere l’odio contro gli ebrei e Israele. Rispetto il lavoro che fa Msf ma detesto l’ipocrisia. Curare i malati in Africa e poi difendere chi ammazza gli ebrei in Israele e incolpare la vittima (Israele) delle azioni criminali dei carnefici (terroristi) ha un solo nome: antisemitismo. La questione israelo-palestinese è molto complicata per trattarla in poche righe ma una cosa è certa: Israele si difende, ha il diritto di difendersi e io sarò sempre dalla parte di chi protegge il proprio popolo contro fanatismo e terrorismo. Un cordiale shalom

***

Gentile Deborah, la mia...è identica situazione della signora Daniela Levi. Anch'io sostenitore di MSF e leggendo la news letter di aprile ho provato non poca rabbia. Come giustamente nota la lettrice, anche Amnesty international, il movimento LGBTQ e altre organizzazioni pro diritti umani, seguono un'unica direttiva, e cioè quella dettata dal Consiglio dell'ONU per i diritti umani. A mettere la ciliegina poi, ci ha pensato il giornalista Ugo Tramballi, che, prima del TG di Rai News 24, rispondendo a una domanda sull'attentato a Tel Aviv, non ha esitato ad attribuire le cause a Israele, per la sua occupazione nei territori palestinesi. Narrativa questa, che come tante altre bugie, ripetute per centinaia di volte, diventa verità. Forza a Israele e sostegno ai tanti che si prodigano per la Verità e la Giustizia... un cordiale shalom.

Angelo Di Palma

 Gentile Angelo, Le organizzazioni che lei elenca, alle quali sarebbero da aggiungere molte altre come Emergency e vari gruppi cattolici pseudopacifisti, sono quanto di più ipocrita si possa trovare. Predicano la pace, alcune, come Msf fanno anche del bene, ma dall’altra parte sono profondamente antisemiti. Il loro motto potrebbe essere “Amate tutti, anche i terroristi, ma odiate Israele e il sionismo”. È così che avvelenano le menti di molte persone, diffondendo il pregiudizio e l’antisemitismo. Conosco bene le posizioni contro Israele di Ugo Tramballi e la sua continua propaganda antisionista, purtroppo condivisa da molti giornalisti italiani, pochi esclusi. Un cordiale shalom

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT