venerdi 14 giugno 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






Attenzione alle fake news 13/02/2023

La guerra nello spazio. Satelliti killer e missili, Russia e Cina si  armano. Ora tocca a Stati Uniti ed Europa rispondere - la Repubblica

Signora Faith, lei e quelli della vostra rubrica siete molto gentili e di buona volontà, tuttavia vi invito anzi vi prego di prestare estrema attenzione alle fake news. Prima di riprendere una notizia da qualsivoglia quotidiano aspettate almeno qualche ora o almeno fate una smentita dopo. Leggasi attacco di hacker russi ai server Telecom smentito dalla polizia postale, leggasi bombe russe sulla romania smentiti dalla Romania, leggasi Assad che blocca gli aiuti quando sono le sanzioni di usa e ue a bloccarli (i cosiddetti "buoni"), leggasi articoli sul climate change quando in Iran e in Israele non è mai nevicato così tanto per non parlare delle inondazioni inedite in Arabia Saudita. Condivido le stesse vostre battaglie ma non fatevi accecare da chi sfrutta temi importanti per una bieca propaganda. Saluti

Marco Rossi

 Gentile Marco, penso sempre che prima di criticare sia d’obbligo contare fino a 10 e poi ancora altri 10 per non rischiare che la critica si riversi proprio su chi la fa. I missili su Romania e Moldavia sono stati confermati dalla Moldavia che ha anche convocato l’ambasciatore russo. Uno dei due missili è passato anche all’estremo nord della Romania, proprio tra i confini di Ucraina e Moldavia. Riguardo ad Assad, è vero che ci sono le sanzioni sulla Siria ma, stranamente, gli aiuti, dopo le prime ore di stasi, sono arrivati in tutta la Siria, anche se con intensità minore che in Turchia, meno che nelle regioni del nord-est in mano ai ribelli. Del resto sia il dittatore siriano che quell’angioletto della figlia sono stati chiarissimi nell’invitare attraverso Facebook a non portare aiuti agli oppositori del regime col risultato che in quelle regioni i sopravvissuti al terremoto stanno morendo di fame e di freddo. E adesso veniamo alla neve che sarebbe caduta in Israele. Non so dove abbia letto la notizia ma qui è piovuto molto, anche grandinato a volte, ma la neve non si è vista nemmeno sul monte Hermon dove gli skilift sono tristemente fermi. Una settimana fa mio figlio è andato sul Golan da dove mi ha mandato molte belle immagini di verdi colline. Quindi rivolgo a lei lo stesso invito: lasci passare non qualche ora ma qualche giorno prima di mandarci i suoi rimproveri. Rischia di venire smentito. Cordialmente

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT